Ue, fondi Efsm, Esm saranno gestiti da Bce - Bankitalia

venerdì 9 dicembre 2011 12:16
 

ROMA, 9 dicembre (Reuters) - I fondi dello European financial stability facility e, dal 2013, dello European stability mechanism saranno gestiti dalla Bce.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nel corso di un'audizione alla Camera.

Efsf e Esm "saranno, e questa è la novità grossa di stanotte, sotto la gestione della Banca centrale europea e quindi non saranno più una entità di cui si ignora chi è responsabile e la capacità di intervenire per raccogliere fondi o meno", ha detto Visco.

"Se questo funziona il corso dei titoli sotto attacco potrà salire. Ed Eba ha scritto ieri nella sua nota - e questo l'accordo che è stato raggiunto nel negoziato al quale noi abbiamo partecipato con forza nelle ultime settimane - che quella decisione di creare quel buffer può essere rivista e ridotta". Il buffer richiesto dall'Eba serve a coprire l'accresciuto rischio che le banche hanno nel detenere titoli di Stato dell'area euro e per le banche italiane comporta aumenti di capitale di migliore qualità per oltre 15 miliardi di euro entro giugno 2012.

Visco ha escluso che l'oro della Banca d'Italia possa essere utilizzato per ridurre il debito perché è uno strumento di "difesa estrema in casi drammatici".

Il governatore ha rassicurato i deputati anche sull'indipenza di Via Nazionale dalle banche commerciali azioniste, che da statuto "possono solo prendere il dividendo" se deliberato dal Consiglio superiore della banca d'Italia. Visco però si è mostrato aperto all'ipotesi di valutare un diverso assetto della banca d'Italia suggerendo un modello basato sulla "proprietà diffusa".

(Giuseppe Fonte e Stefano Bernabei)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia