Manovra, tecnici Camera esprimono dubbi su tassa scudo fiscale

giovedì 8 dicembre 2011 12:22
 

ROMA, 8 dicembre (Reuters) - Potrebbe generare un gettito inferiore ai 2,1 miliardi stimati dal governo la tassa straordinaria sugli oltre 180 miliardi condonati con le quattro edizioni dello scudo fiscale.

L'avvertimento arriva dai tecnici della Camera ed è contenuto nel dossier di documentazione che commenta gli effetti finanziari della manovra.

I tecnici spiegano che la tassa dell'1,5% "potrebbe non trovare applicazione sul complesso dei capitali già emersi". Un'eventualità da prendere in considerazione "nel caso in cui il contribuente 'scudato' abbia investito i capitali emersi in altre attività finanziarie o abbia spostato la sua posizione presso un altro intermediario".

In quest'ultimo caso, dice il dossier, il vecchio intermediario non ha la provvista e il nuovo non ha dichiarazione riservata, per cui "non appare chiaro quale debba essere il sostituto di imposta".

I tecnici si mostrano scettici anche sulla parte della manovra che obbliga le banche a segnalare all'Agenzia delle entrate i contribuenti che non hanno versato l'imposta.

La segnalazione potrebbe infatti far cadere la garanzia di anonimato per gli evasori che hanno aderito allo scudo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia