Manovra, via blocco indicizzazione pensioni, Imu sia progressiva-sindacati

mercoledì 7 dicembre 2011 16:33
 

ROMA, 7 dicembre (Reuters) - Cgil, Cisl e Uil ribadiscono le loro critiche alla manovra e propongono un pacchetto di emendamenti per modificare la stretta sull'adeguamento all'inflazione degli assegni superiori al doppio del minimo Inps e la nuova disciplina sulle pensioni di anzianità e vecchiaia.

Nel documento presentato in commissione Bilancio della Camera, i sindacati chiedono cambiamenti anche sull'imposizione degli immobili per rendere più progressiva l'Imposta municipale propria, la nuova Ici che partirà nel 2012.

"A pagare sono sempre gli stessi, lavoratori, pensionati ed i ceti medi. Su questi ricade il blocco della rivalutazione delle pensioni, l'aumento della tassazione sulla prima casa, dell'addizionale regionale Irpef, dell'Iva, delle accise sui carburanti", spiega il documento unitario.

"Mancano invece misure tese a far pagare chi non ha mai pagato e chi ha di più. Bisogna perseguire con convinzione una svolta epocale nella lotta all'evasione fiscale e prevedere una tassazione sui grandi patrimoni mobiliari ed immobiliari".

Il documento propone di "ripristinare il sistema di indicizzazione attualmente in vigore" per gli assegni pensionistici superiori a circa 1.000 euro e chiede una maggiore gradualità nell'abolizione delle cosiddette quote, il sistema basato sulla somma di età anagrafica e contributiva.

Inoltre, i sindacati invitano governo e Parlamento a equiparare il requisito contributivo richiesto per l'accesso al pensionamento a prescindere dall'età anagrafica a 41 anni e 1 mese dal 2012 sia per gli uomini che per le donne.

Un altro emendamento propone di eliminare l'aggancio del requisito contributivo di 41 anni e mezzo all'aumento dell'aspettativa di vita.

Sul fronte fiscale, la proposta è di alzare la soglia di detrazione prevista per l'Imu sull'abitazione principale da 200 a 500 euro e di rendere più progressiva l'imposta, introducendo aliquote differenziate a partire dalla seconda casa.

Gli emendamenti, secondo i sindacati, sono coperti con misure di contrasto all'evasione fiscale e meccanismi di contrasto tra compratore e fornitore di beni o servizi.   Continua...