Banche e imprese Italia chiedono iniziativa forte a Consiglio Ue

martedì 6 dicembre 2011 17:25
 

ROMA, 6 dicembre (Reuters) - Appello delle banche e delle imprese italiane ai leader europei perché in occasione del vertice del 9 dicembre assumano una "iniziativa forte" senza la quale, dicono, i cittadini italiani non accetterebbero i sacrifici a loro richiesti dal governo di Mario Monti con la manovra da 30 miliardi approvata domenica.

"L'Italia ha dimostrato la volontà e la capacità di rispettare gli impegni presi. Affinché i provvedimenti di risanamento compiuti dai singoli Stati non siano vanificati occorre ora che l'Europa e le sue istituzioni facciano la loro parte con altrettanta rapidità ed incisività", si legge in una nota congiunta firmata da Abi, Alleanza cooperative, Ania, Confindustria, Rete imprese Italia.

"L'assenza di una iniziativa forte, unanimemente condivisa da parte dei leader riuniti nel Consiglio d'Europa del prossimo 9 dicembre non sarebbe compresa dai cittadini europei e renderebbe di difficile accettazione le misure di austerità che la stessa Europa ha loro richiesto", aggiunge la nota.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia