PUNTO 2-Italia ha fatto la sua parte ora tocca a Ue e Bce-Monti

lunedì 5 dicembre 2011 17:10
 

* Con manovra e decisioni Ue, Bce potrebbe rivedere sue politiche

* Rafforzare disciplina bilancio Ue, Efsf, accordo con Fmi

* Senza nuova manovra Italia come Grecia (Aggiunge altri dettagli, altri quote)

di Giselda Vagnoni e Philip Pullella

ROMA, 5 dicembre (Reuters) - L'Italia ha fatto e continuerà a fare la sua parte per salvare se stessa e l'Europa dalla bancarotta finanziaria. Ora tocca a Francia e Germania e alla Banca centrale europea dare il proprio contributo alla soluzione della crisi del debito della zona euro che rischia di far saltare la moneta unica.

E' questo il messaggio che l'europeista Mario Monti porta all'associazione della stampa estera il giorno dopo l'approvazione della manovra da 30 miliardi di euro festeggiata dai mercati con una riduzione di oltre 70 punti nello spread tra Btp e Bund e un rialzo di quasi il 3% dell'indice Ftse Mib.

"Ci siamo mossi per rimuovere la specifica fonte di problemi europei legata all'Italia e ieri abbiamo preso decisioni forti. Abbiamo fatto la nostra parte e parteciperemo attivamente alle decisioni di giovedì prossimo per il quadro europeo", ha detto l'ex commissario europeo riferendosi all'importante Consiglio europeo dell'8 e 9 dicembre a Bruxelles.

Oggi il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno detto di essere pronti a presentare il loro piano per la crisi della zona euro al presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, mercoledì prossimo.

I due leader puntano a modificare i trattati Ue per rendere più stringenti i vincoli di bilancio e automatiche le sanzioni per chi non rispetta il tetto del 3% del deficit/Pil. La Merkel chiede inoltre di rendere operativo l'Esm nel 2012.   Continua...