SCHEDA - La manovra da 30 mld "salva Italia"

lunedì 5 dicembre 2011 15:00
 

5 dicembre (Reuters) - Vale 30 miliardi tra 2012 e 2014 la manovra "salva Italia" del governo di Mario Monti.

Alla correzione del deficit vanno 20 miliardi mentre i restanti 10 serviranno a finanziare interventi di stimolo alla stagnante attività economica.

La manovra attinge 12-13 miliardi da tagli di spesa e 17-18 miliardi dalle maggiori entrate, che assicurano quindi circa il 60% delle nuove risorse raccolte.

Ecco una sintesi della manovra in base al comunicato di ieri sera di palazzo Chigi e alle numerose bozze in circolazione.

IL QUADRO MACRO: NEL 2012 L'ITALIA TORNA IN RECESSIONE

Il governo ha ridotto a -0,4/-0,5% da +0,6% la previsione sul Pil del 2012 e a zero da +0,9% la stima sul 2013, scontando gli effetti negativi della manovra su un ciclo già in rapido deterioramento.

Alle numerose critiche sul carattere recessivo della manovra Monti ha risposto che senza questo pacchetto di misure l'Italia rischia di crollare e di finire "in una situazione simile a quella della Grecia".

Il governo ha confermato l'obiettivo di indebitamento all'1,6% del Pil nel 2013 e allo 0,1% nel 2014, come concordato con la Commissione europea.   Continua...