December 5, 2011 / 2:04 PM / 6 years ago

SCHEDA - La manovra da 30 mld "salva Italia"

7 IN. DI LETTURA

5 dicembre (Reuters) - Vale 30 miliardi tra 2012 e 2014 la manovra "salva Italia" del governo di Mario Monti.

Alla correzione del deficit vanno 20 miliardi mentre i restanti 10 serviranno a finanziare interventi di stimolo alla stagnante attività economica.

La manovra attinge 12-13 miliardi da tagli di spesa e 17-18 miliardi dalle maggiori entrate, che assicurano quindi circa il 60% delle nuove risorse raccolte.

Ecco una sintesi della manovra in base al comunicato di ieri sera di palazzo Chigi e alle numerose bozze in circolazione.

Il Quadro Macro: Nel 2012 L'italia Torna in Recessione

Il governo ha ridotto a -0,4/-0,5% da +0,6% la previsione sul Pil del 2012 e a zero da +0,9% la stima sul 2013, scontando gli effetti negativi della manovra su un ciclo già in rapido deterioramento.

Alle numerose critiche sul carattere recessivo della manovra Monti ha risposto che senza questo pacchetto di misure l'Italia rischia di crollare e di finire "in una situazione simile a quella della Grecia".

Il governo ha confermato l'obiettivo di indebitamento all'1,6% del Pil nel 2013 e allo 0,1% nel 2014, come concordato con la Commissione europea.

Da 2012 in Pensione Con 41-42 Anni Di Contributi

Da gennaio il sistema di calcolo contributivo si applicherà a tutti i versamenti secondo lo schema "pro rata".

Con l'abolizione delle pensioni di anzianità, dal 2012 si andrà in pensione con 42 anni e un mese di contributi per gli uomini e 41 anni e un mese per le donne (i mesi diventeranno due nel 2013 e tre nel 2014).

Accelera il percorso di graduale aumento dell'età per l'accesso alla pensione di vecchiaia delle donne impiegate nel settore privato. La convergenza tra uomini e donne sarà raggiunta nel 2018 (non più nel 2026) ma a 66 anni.

Già dal 2012 le lavoratrici dipendenti del settore privato andranno in pensione di vecchiaia da 62 anni e gli uomini da 66. Se l'uscita avviene prima scatta una penalizzazione del 3% per ogni anno di anticipo nell'accesso al pensionamento rispetto all'età di 62 anni.

Salta per i prossimi due anni l'adeguamento all'inflazione sugli assegni superiori a 936 euro, il doppio del minimo Inps.

Scure Su Patrimonio: Tassati Beni Di Lusso E Titoli

Inasprite le tasse sui beni di lusso come barche sopra i 10 metri di lunghezza, auto di grossa cilindrata e aerei privati.

Novità ulteriore, la manovra estende a tutte le attività finanziarie -- con l'eccezione di fondi pensione e fondi sanitari -- l'imposta di bollo prevista sui conti correnti e tassa all'1,5% i capitali condonati con lo scudo fiscale.

L'imu Scatta Da 2012 E Si Applica Anche Alle Prime Case

Dalla tassazione sugli immobili il governo si aspetta 10-11 miliardi di euro, secondo quanto ha riferito l'associazione dei comuni italiani.

L'aliquota sulle prime case ammonta allo 0,4%, che i comuni potranno aumentare o diminuire di 0,2 punti percentuali. Prevista una detrazione di 200 euro.

L'aliquota sulle seconde e terze case è dello 0,76% e i comuni la potranno alzare o diminuire di 0,3 punti percentuali.

La rivalutazione delle rendite resta ferma al 5% ma aumentano i moltiplicatori per il calcolo del valore catastale, ad esempio 160 per le abitazioni classificate nel gruppo A, la maggior parte.

Da 2012 Nuovo Aumento Dell'iva

Dal mese di gennaio arriverà un nuovo aumento delle accise su benzina e gasolio da autotrazione.

Dal primo settembre del 2012 le aliquote Iva del 10 e del 21% saliranno di 2 punti percentuali per dare una prima attuazione alla clausola di salvaguardia, su cui poggia un terzo dell'ultima manovra di Silvio Berlusconi.

Dal 2014 le due aliquote saliranno di altri 0,5 punti percentuali.

L'aumento dell'imposta sui consumi non si applicherà solo nel caso in cui, entro fine 2012, sia diventato legge il processo di riduzione e riordino delle agevolazioni fiscali e assistenziali che deve ridurre il deficit di 12 miliardi nel 2013 e di 16 miliardi nel 2014.

Soglia Contante a 1.000 Euro

Centrale il capitolo contro la lotta all'evasione: la manovra riduce a 1.000 euro dagli attuali 2.500 la soglia massima per i pagamenti in denaro contante.

Il governo introduce anche un regime premiale -- sostanzialmente una semplificazione degli adempimenti fiscali -- per imprese, commercianti e artigiani che inviano all'Agenzia delle entrate fatture emesse e ricevute.

I pagamenti delle spese sostenute dalle pubbliche amministrazioni centrali e locali e dai loro enti avverranno d'ora in poi con strumenti telematici.

TAGLI DA 5 MLD A ENTI LOCALI MA SALE ADDIZIONALE REGIONALE

I tagli a regioni, province e comuni dovrebbero ammontano a 5 miliardi.

I minori trasferimenti valgono dal 2012 2,1 miliardi per le regioni a statuto ordinario e 1,035 per le regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e Bolzano.

A parziale compensazione per le regioni, il governo aumenta l'aliquota addizionale Irpef dallo 0,9% all'1,23%. Le province si vedono imporre tagli per 415 milioni di euro.

I tagli ai comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti valgono 1,45 miliardi di euro per il 2012. I comuni con popolazione superiore a 1.000 abitanti si vedono privare della stessa cifra ma a partire dal 2013.

Garanzia Statale Su Passivita' Banche

Per fare fronte alla crisi di liquidità, fino al 30 giugno 2012 le banche italiane potranno chiedere la garanzia dello Stato sulle loro passività con scadenza da tre mesi fino a cinque anni.

SALE DEDUCIBILITA' IRAP DA IRES, PREMI SU AUMENTI CAPITALE

La manovra non è tutta centrata sulla correzione del deficit. Dal 2012 le imprese potranno dedurre dall'Ires un importo pari all'Irap che grava sulla "quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato".

Per favorire la patrimonializzazione delle imprese arriva un regime fiscale di favore sulla remunerazione del capitale investito dagli azionisti, la cosiddetta Ace prevista dalla delega fiscale, che reintroduce sotto altra forma la Dual income tax ideata da Vincenzo Visco durante i governi del centrosinistra.

La manovra inoltre liberalizza gli orari di apertura dei negozi e la vendita dei farmaci di fascia C non rimborsati dallo Stato.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below