Manovra, senza queste misure Italia sarebbe finita come Grecia-Monti

lunedì 5 dicembre 2011 13:40
 

ROMA, 5 dicembre (Reuters) - La manovra ha effetti recessivi ma se il governo non l'avesse approvata l'Italia avrebbe corso il rischio di finire in "una situazione simile a quella della Grecia".

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti incontrando i giornalisti della stampa estera il giorno dopo il varo della manovra 2012-2014 da 30 miliardi.

"Ieri l'Italia ha fatto la sua parte per rimuovere la specifica fonte di problemi dell'euro legata a sé. Parteciperemo attivamente alle decisioni di giovedì" quando si riunirà il Consiglio europeo, ha detto Monti.

Il vice ministro del Tesoro Vittorio Grilli ha sottolineato che sarebbe stato "sbagliato" per l'Italia ritardare le riforme strutturali, soprattutto in materia previdenziale, a causa del negativo ciclo economico.

Il presidente del Consiglio ha assicurato che il governo non vuole aumentare le aliquote Irpef per finanziare la riforma degli ammortizzatori sociali secondo il modello scandinavo della flexicurity.

"Il vento del Nord vuole farmi dire oggi che abbiamo aumentato alcune tasse ma per avere la flexicurity dobbiamo fare ben altro? No, non dico questo. Confermo che i Paesi nordici hanno molto da dire per quanto riguarda i loro esperimenti di organizzazione economico-sociale e anche per questo mi interessa molto che non siano emarginati anche se fanno la scelta di non far parte dell'euro", ha detto Monti.

"Accanto alle aliquote hanno anche una qualità dei servizi pubblici che l'Italia non ha", ha sottolineato Monti.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia