Banche in rialzo in borsa dopo manovra governo,forti Mps,Banco Pop

lunedì 5 dicembre 2011 11:50
 

MILANO, 5 dicembre (Reuters) - A Piazza Affari le banche festeggiano la manovra correttiva dei conti pubblici varata dal governo Monti e che contiene anche una norma relativa alle garanzie dello Stato sulle passività delle banche.

Secondo gli analisti la norma sulle banche approvata dal consiglio dei ministri è una notizia positiva in quanto volta ad agevolare l'attività di funding del sistema creditizio, sofferente negli ultimi mesi, ma il beneficio principale per il sistema bancario italiano è rappresentato dal miglioramento generale del sentiment di mercato per l'azione di risanamento dei conti pubblici e per il ripristino della fiducia sull'Italia.

Attorno alle 11,30 a fronte di un indice Ftes Mib che guadagna poco oltre il 2%, Mps svetta con un balzo del 9,2% a 0,30 euro, seguita da Banco Popolare con +5,6 a 0,98 euro e da Unicredit e Intesa Sanpaolo con guadgani del 4% circa

Rialzi superiori all'indice Stoxx europeo dei bancari (+1,8%) anche per Pop Milano (+3,2%), Mediobanca (+2,6%) e Ubi, e (+2,5%)

Secondo la nuova norma lo Stato italiano potrà garantire, fino al 30 giugno 2012 le passività delle banche italiane con scadenza da tre mesi fino a cinque anni oppure dal 1° gennaio 2012, a sette anni per le obbligazioni bancarie garantite.

"La garanzia pubblica per le passività delle banche aiuta certamente le emissioni sul canale istituzionale in un momento in cui ci sono problemi sul funding", dice un'analista che ricorda che la misura è stata introdotta per dare attuazione al pacchetto banche definito lo scorso 26 ottobre dal Consiglio europeo e pertanto "sostanzialmente attesa".

"Ma il beneficio principale a mio parere è indiretto e riguarda il recupero della fiducia sull'Italia e sui titoli governativi", aggiunge.

"Tutte le banche europee sono in questa fase al centro dei riflettori sulle attese per il vertice Ue dell'8-9 dicembre e l'Italia, con la manovra annunciata ieri, sta facendo la propria parte", aggiunge un altro analista.

Sono proprio i titoli che hanno sofferto di più per l'esposizione ai governativi e per i timori sul funding come Mps e Banco Popolare che oggi sono i principali beneficiari del miglioramento del sentiment, specificano gli analisti.   Continua...