PUNTO 2-Pensioni, metodo contributivo pro rata per tutti - Fornero

giovedì 1 dicembre 2011 16:33
 

* Verso anticipo 65 anni vecchiaia per donne nel privato

* Per i giovani possibile licenziare, ma più ammortizzatori

* Fornero favorevole a salario minimo

* Sindacati chiedono incontro, ministro: troveremo spazio (Cambia titolo e lead, accorpa pezzi)

BRUXELLES/ROMA, 1 dicembre (Reuters) - Il governo porterà al Consiglio dei ministri del 5 dicembre una riforma delle pensioni "incisiva ma equa" con la introduzione del sistema contributivo pro rata per tutti i lavoratori.

Lo ha annunciato il ministro del Welfare Elsa Fornero in occasione del Consiglio dei ministri del lavoro Ue che si è riunito oggi a Bruxelles.

Allo studio anche un anticipo, rispetto alla data del 2026 fissata dal governo Berlusconi, dell'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne impiegate nel settore privato.

"Ci sarà l'anticipo del metodo contributivo pro rata per tutti che poi andrà a regime progressivamente", ha detto la Fornero in un incontro con la stampa.

Con la introduzione di questa misura anche coloro che rientrano nel sistema retributivo si vedranno calcolata la pensione dal 2012, e per gli anni che rimangono prima del ritiro, sulla base dei contributi versati, come avviene per i lavoratori assunti dal 1996 in poi.   Continua...