S&P's,Europa verso recessione,rivede stima Pil 2012 Italia a 0,1%

giovedì 1 dicembre 2011 11:24
 

1 dicembre (Reuters) - Gli indicatori nell'ultimo mese continuano a mostrare uno scenario economico europeo che si sta oscurando.

Lo ha detto Standard & Poor ha detto nella sua relazione "European Economic Outlook: Back in recessione", pubblicato ieri con il quale ha anche rivisto al ribasso le sue stime per il Pil di alcuni paesi. Per l'Italia ha rivisto il Pil 2012 allo 0,1% dallo 0,2% precedentemente stimato.

L'indice Purchasing Managers Index composito per la zona euro, un indicatore delle tendenze di produzione, è sceso a 47,2 punti nel mese di ottobre da 49,9 punti del mese precedente, il calo più vistoso dal luglio 2009. Allo stesso tempo, i nuovi ordini nel manifatturiero dell'eurozona è sceso per il terzo mese consecutivo, mentre gli ordini export hanno perso terreno per il quinto mese consecutivo.

La contrazione dell'attività si è diffusa anche nei settore dei servizi, con il Pmi servizi dell'eurozona di ottobre che ha registrato il livello più basso dal luglio 2009.

"La recessione in Europa si sta avvicinando, toccando prima Spagna, Portogallo e Grecia, e le difficoltà economiche sono si stanno spostando sui paesi core di Francia e Germania", ha detto il capo economista di Standard & Poor in Europa Jean-Michel Six.

Ancora una volta abbiamo tagliato le nostre previsioni di crescita 2012 del Pil reale per la Francia al 0,5% dal 0,8%, Germania al 0,8% dal al 1%, e l'Italia al 0,1% dal 0,2%.

"Ora aspettiamo una lieve recessione nel primo semestre 2012 nella zona euro, prima di una modesta ripresa della seconda parte dell'anno," ha aggiunto Six. "Ma sottolineiamo che il rischio di ribasso rimane molto importante. Stimiamo che la nostra previsione di base di una lieve recessione ha una probabilità del 60%, mentre una recessione più grave ha una probabilità del 40%".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia