Fisco, valutare costi detrazione 55% prima renderla stabile - Giarda

mercoledì 30 novembre 2011 16:42
 

30 novembre (Reuters) - Prima di rendere permanente la detrazione al 55% delle spese per la riqualificazione energetica degli edifici occorre valutarne i costi per lo Stato.

Lo ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda nel corso del question time alla Camera.

"Sono interventi condivisi dal governo in carica ma si tratta di valutarne la sostenibilità finanziaria", ha detto Giarda.

La legge di Stabilità approvata a dicembre 2010 ha esteso a tutto il 2011 la detrazione al 55% ripartendola però in dieci anni con identiche quote annuali.

L'ex governo di Silvio Berlusconi aveva previsto che la misura avrebbe prodotto in termini di cassa un maggior gettito di 124,8 milioni nel 2011(grazie al presunto effetto espansivo sull'attività economica) e un costo in termini di minori imposte per 32,4 milioni nel 2012 e 292,8 milioni nel 2013.

Tuttavia, Giarda lascia intendere che gli oneri della detrazione siano molto maggiori di quanto previsto dal precedente esecutivo.

"Non oso dire le stime che mi sono state sottoposte dal ministero dell'Economia", ha detto il ministro.

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia