PUNTO 1-Monti ha visto direttore Fmi Europa, Italia non pensa ad aiuti

mercoledì 30 novembre 2011 15:40
 

(Aggiunge citazioni e alcune dichiarazioni Grilli)

BRUXELLES, 30 novembre (Reuters) - - Il premier italiano - e ministro dell'Economia ad interim - Mario Monti dice di aver incontrato stamane il direttore del Fondo monetario internazionale per l'Europa, Reza Moghadam, ma aggiunge che l'Italia non ha preso in considerazione l'ipotesi di chiedere l'assistenza finanziaria dell'Fmi.

Quanto all'accoglienza all'interno dell'Ecofin della manovra di bilancio che il governo intende varare il prossimo 5 dicembre, Monti dice che c'è stata una reazione molto positiva da parte dei partner europei e ribadisce l'impegno a portare il bilancio in pareggio entro il 2013.

Nella conferenza stampa al termine dell'Ecofin, Monti ha aggiunto che non si è parlato del ruolo della Banca centrale europea come prestatore di ultima istanza.

"Non si è assolutamente parlato del ruolo di prestatore di ultima istanza della Bce per quanto mi riguarda," ha detto Monti.

Parlando della possibilità di sforzi congiunti tra il fondo salva-stati, la Banca centrale e il Fondo monetario, Monti ha detto che non c'è ancora una soluzione chiara.

"Sul ruolo di Efsf, Bce e Fmi sono stati fatti passi avanti. Non mi sento di dire che ci sia chiarezza assoluta su ogni aspetto". "E' questa un'importante coorte di istituzioni finanziarie che l'Europa puo' e deve dispiegare meglio e a brevissimo termine e con coerenza perche' venga da qui soluzione dei suoi problemi".

A una domanda sui tempi di eventuali interventi del governo sulle pensioni, il premier ha promesso massima rapidità, ma ha aggiunto "avremo anche delle consultazioni".

"Farò appello al fatto che siamo in situazione straordinariamente delicata. Certe ritualità forse non sarebbero a vantaggio del paese e dei cittadini. Faccio appello al senso collettivo di urgenza. Se l'Italia manca questo passaggio, le conseguenze saranno molto gravi per tutti".   Continua...