Btp chiudono in rialzo su annuncio interventi banche centrali

mercoledì 30 novembre 2011 17:37
 

 MILANO, 30 novembre (Reuters) - Netta inversione di
tendenza del mercato obbligazionario italiano dopo che nel primo
pomeriggio le principali banche centrali del mondo hanno
annunciato azioni coordinate a sostegno della liquidità nel
sistema finanziario globale. 	
 "L'intervento delle banche centrali è un fatto, finalmente
qualcosa di credibile", spiega un trader da Milano. "Il problema
come sappiamo non è in generale la liquidità, ma questo
intervento risolve almeno in parte il problema del tipo: esco
dall'Italia perché non ho abbastanza liquidità e la devo
ridistribuire".	
 I Btp chiudono in territorio positivo la seduta, iniziata
ancora una volta all'insegna delle tensioni sul debito italiano,
in parte mitigate dalla Bce che dopo alcune giornate di pausa è
tornata a sostenere i titoli italiani con qualche acquisto nella
mattinata sul tratto breve, sebbene per importi contenuti.	
 E mentre il presidente del Consiglio Mario Monti, da
Bruxelles, smentisce che l'Italia stia considerando l'ipotesi di
chiedere l'assistenza finanziaria del Fmi, lo
spread decennale Btp/Bund termina la seduta
sui minimi, in area 486 punti base, contro i 501 della chiusura
di ieri e i 521 pb di stamattina. Il rendimento sul dieci anni
italiano scende in chiusura di oltre un quarto di punto
percentuale su ieri.  	
 "Più liquidità dai, più gli investiori devono metterla da
qualche parte e non si può continuare all'infinito a metterla
sui Bund", prosegue il trader, in riferimento all'azione
coordinata annunciata dalle banche centrali.	
 Nel corso della seduta odierna i rendimenti sulle scadenze
brevi tedesche, entro l'anno, hanno toccato valori negativi
, mentre quello sul due anni tedesco 
è sceso al minimo storico dello 0,276%. 	
 "Non è qualcosa che cambi veramente la partita, ma è molto
importante, le banche europee sono al centro della crisi in
questo momento" spiega lo strategist di Credit Agricole David
Keeble. "Sembra si stia arrivando ad una comunanza di intenti, e
con queste voci di coinvolgimento del Fmi, sembra che ci si stia
muovendo verso una soluzione globale della crisi europea,
piuttosto che verso un'Europa che tenta di cavarsela da sola".	
 Intanto però sembra prevalere lo scetticismo sull'effettiva
capacità del fondo salva stati europeo di rappresentare un
argine alla crisi debitoria, nonostante l'accordo raggiunto ieri
all'Eurogruppo di Bruxelles per il potenziamento della leva
finanziaria del fondo stesso. Elemento che - insieme alle attese
di un taglio del costo del denaro la settimana prossima da parte
della Bce - ha supportato i Bund nel corso della seduta,
impedendo una flessione più ampia dello spread. 	
 "L'Italia ha accelerato nel pomeriggio e ha tenuto bene,
considerando che ci sono state riaperture grosse", aggiunge un
secondo trader. "Una frenata sarebbe stata anche normale, ma non
s'è vista". 	
 Nelle riaperture di oggi pomeriggio, il Tesoro ha collocato
ben 1,325 miliardi supplementari dei tre Btp in asta ieri: in
particolare il nuovo triennale novembre 2014 - riaperto per il
25% dell'importo d'asta trattandosi di una prima tranche - è
stato assegnato per tutti gli 875 milioni offerti
.  	
                               	
============================ 17,30 =============================	
 FUTURES BUND DICEMBRE    133,88   (+0,49)         	
 FUTURES BTP DICEMBRE      90,84   (+1,50)          	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  91,67   (+0,19)  7,111%	
 BTP 10 ANNI (SET 21) 84,46   (+1,19)  7,094% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 75,70   (+1,19)  7,087% 	
========================  SPREAD (PB)===========================	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -14,9           -26,7	
BTP/BUND 2 ANNI           679             685	
BTP/BUND 10 ANNI        486             501	
livelli minimo/massimo              484,7-520,8     498,3-522,8	
BTP/BUND 30 ANNI        418             428	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                      1,7             3,4	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    -0,7            -8,4   
 	
================================================================	
 	
 (Giulio Piovaccari)	
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia