Azimut accoglie invito sostegno bond Italia con fondo ad hoc

lunedì 28 novembre 2011 14:57
 

* Sconto 50% su commissioni gestione prodotto a 0,6%

* Duration media attuale 1,5 anni

* AD vede raccolta per "qualche centinaio di milioni"

MILANO, 28 novembre (Reuters) - In occasione del "Btp Day", Azimut ha accolto la sollecitazione ad attivarsi a sostegno del debito italiano -espressa qualche settimana fa dal presidente di Assogestioni Domenico Siniscalco alle proprie associate - con un prodotto che investe al 100% in titoli di stato tricolore, in prevalenza Btp.

Nonostante la richiesta di un simile strumento sia giunta, soprattutto nella ultime due settimane, proprio dalla base di clientela dell'asset management indipendente, l'AD Pietro Giuliani non ha voluto sbilanciarsi su un obiettivo di raccolta.

"Ci aspettiamo una raccolta di almeno qualche centinaio di milioni, (ipotizzare una raccolta di) qualche miliardo sarebbe ottimistico", ha detto Giuliani nel corso di una presentazione.

Il prodotto, denominato "Solidity", è la trasformazione di un fondo esistente, di cui esiste una doppia domiciliazione in Italia e in Lussemburgo, a cui viene applicato uno sconto del 50% sulle commissioni fisse di gestione, tagliandole allo 0,6% dall'1,2%. Attualmente, secondo quanto indicato dal gestore Guido Casella, la duration media del portafoglio è di un anno e mezzo.

"Appena il sentiment del mercato muta compreremo scadenze più lunghe", ha detto il gestore, ricordando i vantaggi della diversificazione che tipicamente caratterizza il fondo di investimento rispetto agli acquisti diretti di titoli di stato.

Il "Btp Day", giornata in cui le banche rinunciano ad applicare ai clienti le commissioni sui titoli di Stato italiani, è nato da un'iniziativa di un cittadino toscano, Giulano Melani, che aveva acquistato un'intera pagina del Corriere della Sera per lanciare un appello al Paese, invitandolo a "ricordarsi" del proprio debito pubblico. L'appello era stato rilanciato proprio dal quotidiano di via Solferino e all'iniziativa hanno aderito le maggiori banche italiane.   Continua...