Ue, Rehn esclude crollo euro, sostiene Monti in riforme strutturali

venerdì 25 novembre 2011 18:25
 

ROMA, 25 novembre (Reuters) - Il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, esclude qualsiasi ipotesi di crollo dell'euro e sostiene lo sforzo di Mario Monti nell'attuazione delle riforme strutturali necessarie a rilanciare la crescita economica dell'Italia.

Incontrando i cronisti al termine di una nutrita serie di incontri istituzionali a Roma, in particolare Monti, Rehn ha ammesso che gli attuali rendimenti dei titoli di Stato italiani sono preoccupanti ma ha aggiunto che la difficoltà di rifinanziare il debito sovrano è un "fenomeno sistemico" a livello europeo e richiede pertanto forti meccanismi di protezione.

Rehn ha condiviso le priorità della politica economica elencate da Monti dando al nuovo esecutivo il suo "pieno sostegno".

"Non vedo una tendenza al crollo dell'euro. Non c'è ragione di speculare su questo", ha detto il commissario europeo.

"Monti è stato chiaro. Il suo governo prenderà le decisioni necessarie per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013 assicurando la stabilità finanziaria e ridando fiducia ai mercati", ha detto Rehn spiegando che la scarsa crescita dell'economia italiana "mostra l'importanza di riformare le pensioni, il mercato del lavoro e la velocità della giustizia civile".

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia