Crisi, Italia non è sotto tutela, ha buoni fondamentali - Barnier

venerdì 25 novembre 2011 15:33
 

ROMA, 25 novembre (Reuters) - L'Italia ha difficoltà a mantenere in ordine i conti pubblici, ma i fondamentali della sua economia sono buoni e il Paese non è sotto tutela.

Lo ha detto il commissario Ue agli Affari interni, Michel Barnier, al termine di un incontro a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio, Mario Monti.

"L'Italia ha difficoltà a mettere in ordine le finanze pubbliche ma ha buoni fondamentale di sistema grazie anche alla sua struttura economica basata sulle piccole e medie imprese", ha detto Barnier ai giornalisti.

A chi chiedeva se l'Italia sia da considerare un Paese sotto tutela da parte dei partner europei, il commissario Ue ha risposto: "L'Italia non è sotto tutela e il fatto che ieri abbia incontrato [la cancelliera tedesca, Angela] Merkel e il presidente francese Sarkozy significa che c'è uguaglianza".

Secondo Barnier Monti non gli ha illustrato nel dettagli il piano di riforme che ha intenzione di mettere a punto per ridurre il debito e rilanciare la crescita.

"Monti ci sta lavorando", ha detto il commissario precisando che "la presenza di Monti non è importante solo per l'Italia ma anche per l'Europa".

Infine, sulla necessità che l'Italia superi entro un mese la regola della golden share che consente al governo di bloccare eventuali scalate straniere sui principali gruppi societari, Barner ha detto: "Tratteremo l'Italia in modo equo".

Roma ha un mese per adeguare la golden share alla normativa comunitaria per evitare il deferimento alla Corte di Giustizia Ue.

(Giuseppe Fonte e Francesca Piscioneri)   Continua...