Zona euro studia di escludere privati in bailout Esm

venerdì 25 novembre 2011 15:24
 

BRUXELLES, 25 novembre (Reuters) - Gli stati della zona euro stanno discutendo di abolire il coinvolgimento del settore privato nel meccanismo di salvataggio permanente che dovrebbe entrare in vigore nel 2013, lo hanno detto oggi quattro funzionari Ue.

Le discussioni si svolgono nell'ambito di più ampi negoziati sulla modifica del Trattato UE con l'introduzione di norme fiscali più severe, come vuole la Germania.

La Germania ha insistito perchè gli investitori privati - banche e assicurazioni - sopportino una parte delle perdite nel salvataggio della Grecia. Gli stati della zona euro originariamente avevano accettato di includere clausole nel fondo di salvataggio permanente, il Meccanismo europeo di stabilità (ESM), che imponevano il coinvolgimento del settore privato.

Ma la maggior parte della zona euro 17 paesi ora vogliono che quelle clausole vengano rimosse dall' ESM, dicono le fonti.

"Francia, Italia, Spagna e tutti i periferici" sono favorevoli alla rimozione delle clausole, ha detto a Reuters un funzionario dell'UE . "Contrarie sono solo Germania, Finlandia e Paesi Bassi."

Altri hanno detto che se da una parte sta diminuendo l'insistenza dei tedeschi sul mantenimento delle clausole, dall'altra le clausole potrebbero essere rimosse solo all'interno di una più ampia trattativa sulle modifiche al trattato UE. Berlino vuole pieno appoggio per modifiche al trattato prima che si facciano mosse in altre aree, dicono i funzionari.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129504, Reuters messaging: gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia