Ungheria, Moody's declassa a "junk", governo denuncia attacco

venerdì 25 novembre 2011 12:19
 

BUDAPEST, 25 novembre (Reuters) - L'agenzia di rating Moody's ha declassato a "junk" il merito di credito sovrano dell'Ungheria, infliggendo un duro colpo alle politiche economiche non ortodosse del suo primo ministro Viktor Orban e spingendo il suo governo a qualificare la decisione "un attacco finanziario".

Moody's ha abbassato il rating dell'Ungheria di un gradino a Ba1, appena sotto il giudizio "investment grade", con un outlook negativo; solo poche ore prima la concorrente Standard & Poor's non aveva proceduto all'annunciato declassamento dopo che Budapest ha detto che chiederà aiuti internazionali.

La decisione arriva dopo che tutte e tre le agenzie hanno avvertito che le politiche di Orban - che accantonato il tradizionale rigore ha adottato nuove misure per rimpinguare le casse dell'erario come una speciale imposta sulle banche - potrebbero mettere a rischio le finanze pubbliche ungheresi.

Moody's ha spiegato il downgrade da Baa3 con l'incertezza sulla capacità dell'Ungheria di onorare i propri impegni fiscali, elevati livelli di indebitamento e limitate prospettive di crescita di medio-periodo.

"Moody's ritiene che l'effetto combinato di questi fattori avrà un impatto avverso sulla solidità finanziaria del governo ed eroderà la sua capacità di assorbire gli shock", ha detto in una nota.

"La decisione dell'agenzia di rating di mantenere un outlook negativo sui rating dell'Ungheria è guidata dall'incertezza intorno alla capacità del paese di reagire a potenziali rischi derivanti dalla crisi del debito sovrano europeo".

Per il testo originale del comunicato di Moody's fare doppio click su

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia