Btp in netto calo su aste Bot e Ctz, timori su finanziamento Italia

venerdì 25 novembre 2011 12:44
 

 MILANO, 25 novembre (Reuters) - In pesante ribasso il
mercato obbligazionario italiano, nella mattinata in cui le aste
a breve italiane hanno visto un balzo verso l'alto dei
rendimenti, a nuovi record dall'introduzione dell'euro, dicendo
a chiare lettere come la crisi del debito stia seriamente
compromettendo la tenuta finanziaria dell'Italia e del resto
della zona euro. 	
 "I rendimenti sono alti, ma questo si sapeva già prima. E
prima o poi sarà necessario collocare a rendimenti più bassi. Ma
ora è importante che abbiano collocato tutto" commenta lo
strategist di Credit Agricole Cib Luca Jellinek.	
 Sia il Bot semestrale sia il Ctz in asta oggi sono stati
collocati per l'importo previsto, ma con rendimento saliti -
rispettivamente - al 6,504% dal 3,535% del collocamento di un
mese e al 7,814% dal 4,628%.  	
  "Se i tassi dovessero rimanere a questi livelli per tutto
il 2012, solo di Bot significa 4-5 miliardi di in più di costi
di finanziamento, rispetto all'ultimo scenario ufficiale, che
ipotizzata tassi Bot al 3,5%" spiega Chiara Manenti di Intesa
Sanpaolo. "Se poi si considerano anche i Cct, legati ai Bot, che
rappresentano ancora una parte consistente dei titoli in
circolazione, l'aggravio per il Tesoro arriva a circa 10
miliardi di euro".  	
 In forte tensione tutto l'obbligazionario italiano, al di là
delle scadenze interessate dalle aste di questa mattina. A fine
mattinata lo spread Btp/Bund decennale, su piattaforma Tradeweb
, viaggia appena sotto i massimi toccati poco
prima delle aste, a 523 punti base dai 502 della chiusura di
ieri. 	
 A nuovi record invece lo spread Italia-Germania sulla
scadenza biennale, salito in mattinata fino a
quota 772 pb.	
 L'intervento della Bce - che è stata vista intervenire con
acquisti di carta italiana sul secondario già prima della
conclusione delle aste - non è di fatto riuscito ad arginare la
forte salita dei rendimenti: il decennale italiano 
ha toccato quota 7,40% dal 7,16% di ieri, mentre quinquennale e
biennale hanno toccato nuovi record, rispettivamente al 7,92% e
all'8,13%.	
 E dopo l'inversione della pendenza del tratto due-dieci anni
della curva italiana, verificatasi nei giorni scorsi, questa
mattina il rendimento sul decennale è salito sopra quello del
Btp a 30 anni.	
 "Il compito del giorno era riuscire a collocare e
l'esercizio è stato fatto, ma questa è l'unica cosa positiva da
dire" spiega lo strategist di Ing Padhraic Garvey. "Per le aste
Btp della prossima settimana Ie cose andranno più o meno allo
stesso modo, si riuscirà a collocare ma pagando molto. Il
panorama è piuttosto grigio per il 2012: l'Italia potrebbe
riouscire a tenere a questi livelli di rendimento per 12 mesi
senza sconvolgere la propria dinamica di debito, ma non per due
o tre anni".	
 E mentre, da Roma, il commissario europeo agli Affari
economici e monetari Olli Rehn spiega che ci vorrà un grande
sforzo per convincere la Germania sulla necessità di arrivare
all'emissione degli eurobond, il mercato sposta il focus sulle
imminenti aste italiane a medio-lungo, nuova cartina di
tornasole per le paure di avvitamento della crisi debitoria
europea.	
 Al di là degli indicizzati in calendario per lunedì,
l'appuntamento fondamentale sarà il giorno successivo, con il
lancio del nuovo Btp triennale novembre 2014 cedola 6%, offerto
per una cifra compresa tra 2,5 e 3,5 miliardi di euro. Ad esso
si aggiungeranno le riaperture del benchmrk decennale marzo 2022
(per 1,5-2,5 miliardi) e dell'off-the-run settembre 2020 (per
1-2 miliardi). 	
 	
========================== 12,30 =============================	
 FUTURES BUND DICEMBRE    134,64   (-0,41)         	
 FUTURES BTP DICEMBRE      88,88   (-1,15)          	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  94,32   (-0,67)  8,098%	
 BTP 10 ANNI (SET 21) 82,66   (-1,26)  7,392% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 73,25   (-0,11)  7,347% 	
========================  SPREAD (PB)========================== 	
                                            ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI    23,7            23,9	
BTP/BUND 2 ANNI           768             713	
BTP/BUND 10 ANNI        523             502	
livelli minimo/massimo              506,1-525,1     478,1-506,0	
BTP/BUND 30 ANNI        451             453	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    -70,6           -36,2	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    -4,5            18,8   
 	
=============================================================== 	
 	
 (Giulio Piovaccari)	
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia