Borsa Milano riduce guadagni con Europa, pesano Eni e Enel

giovedì 24 novembre 2011 15:04
 

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Piazza Affari riduce i guadagni di oltre un punto percentuale, restando tuttavia in territorio positivo, un movimento sincrono con le altre borse europee che vede parallelamente il differenziale di rendimento fra decennale italiano e tedesco salire sopra la soglia dei 500 punti base.

Un operatore sentito a caldo parla di generale delusione per gli esiti del vertice italo-franco-tedesco su cui il mercato aveva grandi attese.

"Non hanno detto assolutamente nulla", sintentizza laconico il dealer.

Oggi a Strasburgo, il premier Mario Monti ha incontrato il presidente francese Nicolas Sarkozy e il cancelliere Angela Merkel.

Intorno alle 15 il Ftse Mib recupera qualche posizione, attestandosi in rialzo dell'1% a 14.055 punti circa con il derivato relativo che viaggia sui 14.065 punti. Per un analista tecnico, un segnale positivo si avrebbe solo sopra 14.240 punti.

Pesano sul listino ENI, in calo di un punto percentuale (deboli anche i petroliferi europei, con il settore che cede lo 0,35%) e ENEL (-0,3%). Ma il denaro sulle banche continua a offrire sostegno alle banche con UNICREDIT che resta in rialzo del 4%.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia