PORTAFOGLI-Bond Italia,appeal dopo Monti resta su brevi,serve Europa

martedì 29 novembre 2011 16:31
 

* Solo metà partecipanti sondaggio vedono appeal bond Italia dopo ascesa Monti

* Opportunità di acquisto più evidenti su scadenze brevi

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Il cambio di timone in Italia promette bene, anche se l'insediamento a Palazzo Chigi del governo tecnico capitanato da Mario Monti non è riuscito a fermare la pericolosa corsa dei rendimenti tricolori e non convince tutti gli investitori sull'opportunità di tornare a scommettere sul debito italiano.

Solo metà di quanti hanno partecipato questo mese al consueto sondaggio Reuters sulle scelte di investimento ritiene che il cambio di governo restituirà appeal ai titoli di stato italiani e l'interesse, per tutti, riguarda la parte breve della curva.

Gli scettici, da parte loro, si aspettano che per l'Italia si muova un altro Mario, il presidente della Banca centrale europea Draghi.

"Il cambiamento del governo è una precondizione per migliorare l'appetito per i titoli governativi italiani, ma non è sufficiente", fa notare Alessandro De Carli, responsabile dei fondi quantitativi a ritorno assoluto di Eurizon Capital, gruppo Intesa Sanpaolo che attualmene sovrappesa i titoli di stato italiani ma a breve scadenza. "Le autorità europee devono prendere una decisione su come aiutare i paesi periferici per stabilizzare la crisi finanziaria", ha aggiunto.

"Ci vorrà del tempo e dipenderà dalle iniziative europee", fa eco Francesco Fonzi di Credit Suisse AM sgr. "Gli investitori dovrebbero essere posizionati sulle scadenze relativamente corte", ha aggiunto.

Molti sul mercato ritengono che, per evitare il collasso dell'Unione monetaria europea, la Bce debba scendere in campo e ricoprire il ruolo di prestatore di ultima istanza.

"E' molto difficile che il cambio di governo, da solo, restituisca appeal ai Btp senza uno sforzo congiunto e coordinato a livello della Eurozona, includendo alla fine la Bce", ha detto Marco Bonifacio, head of research di Zenit sgr.   Continua...