Ue propone controlli più invasivi su bilanci Paesi

mercoledì 23 novembre 2011 13:55
 

BRUXELLES, 23 novembre (Reuters) - La Commissione europea ha proposto nuove e più invasive leggi per garantire che i bilanci pubblici dei Paesi della zona euro non violino disposizioni europee, una iniziativa che potrebbe portare a emissioni congiunte di debito in futuro.

La Commissione, braccio esecutivo dei 27 Paesi membri, ha presentato una bozza che le consente di fare una revisione dei budget entro ottobre e la possibilità di chiedere delle revisioni se non in linea con le regole della comunità.

Le bozze di bilancio dovranno essere redatte sulla base di previsioni indipendenti.

Le nuove regole creeranno le basi legali per una sorveglianza delle politiche fiscali di ciascun Paese.

Quando saranno in vigore le regole che consentono sorvegliana e controllo più stretti sulle politiche fiscali, i Paesi della zona euro potranno ricorrere al mercato del debito attraverso dei "bond stabilità", ha detto il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia