Bond euro virano in negativo, periferia resta sotto pressione

martedì 22 novembre 2011 09:14
 

 LONDRA, 22 novembre (Reuters) - Girano in territorio
negativo dopo una partenza sulle posizioni i governativi
tedeschi, prendendosi una pausa dopo il balzo di un punto pieno
della seduta di ieri e in attesa sul primario di nuova carta
tripla 'A' targata Olanda.	
 La correzione dovrebbe tuttavia rimanere limitata, dal
momento che sui periferici permane la tensione legata anche alla
nuova asta spagnola, fino a 3 miliardi di euro di titoli a tre e
sei mesi che probabilmente registreranno un rialzo dei
rendimenti nonostante il cambio al vertice dell'esecutivo.	
 "Mentre in Europa prosegue il dibattito politico su come far
fronte alla crisi del debito la Spagna ha raggiunto costi di
raccolta davvero elevati. Sul mercato comincia a scarseggiare la
liquidità e la situazione potrebbe peggiorare con la pausa dei
mercati Usa per il Ringraziamento" osserva un operatore.	
 Jefferies si è aggiunta ieri sera alla lista delle
banche d'affari che hanno ridotto l'esposizione alla periferia
europea, annunciando un ulteriore taglio di 50% del portafoglio
obbligazionario.	
 Rispetto a inizio novembre, ha comunicato ieri sera la banca
d'investimento Usa, la riduzione è di quasi 75% sui governativi
di Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo e Spagna, con uno
scoperto netto di 134 milioni di dollari.	
     	
========================= ORE 9,05 ============================	
 FUTURES EURIBOR DIC.          98,61  (-0,01)        	
 FUTURES BUND DICEMBRE       136,93  (-0,22)          	
 FUTURES BTP DICEMBRE         92,63  (-0,11)      	
 BUND 2 ANNI              99,63  (-0,06)    0,434% 	
 BUND 10 ANNI            102,608 (-0,574)   1,952% 	
 BUND 30 ANNI            113,657 (-1,148)   2,597% 	
===============================================================	
 	
 (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia