Spagna, Rajoy trionfa, al Partito Popolare maggioranza assoluta

lunedì 21 novembre 2011 07:31
 

MADRID, 21 novembre (Reuters) - Il Partito Popolare di Mariano Rajoy ha ottenuto una schiacciante vittoria elettorale in Spagna, mentre i votanti hanno punito il governo uscente socialista ritenendolo responsabile della più grave crisi economica da decenni a questa parte.

Ora ci si attende Rajoy, il cui partito ha ottenuto la maggioranza assoluta in Parlamento, vari misure drastiche per impedire che la Spagna affondi ancor di più nella crisi del debito che sta minacciando l'intera zona euro.

"Arrivano tempo difficili", ha detto Rajoy, 56 anni, ai sostenitori nel suo discorso per celebrare la vittoria, mentre i mercati finanziari vogliono sapere come aggredirà il forte deficit pubblico che minaccia di costringere la Spagna, quarta economia della zona euro, a ricorrere al salvataggio finanziario.

"La voce della Spagna deve essere di nuovo rispettata a Bruxelles e Francoforte... Smetteremo di essere parte del problema e diventeremo parte della soluzione", ha detto Rajoy, che entrerà in carica non prima di un mese.

Gli elettori hanno scaricato la propria rabbia sui socialisti, che hanno guidato la Spagna dal boom alla crisi negli ultimi sette anni. Con 5 milioni di disoccupati, il più alto tasso di disoccupazione dell'Unione europea, il Paese sta entrando nel secondo periodo di recessione in quattro anni.

La Spagna è il quinto Paese europeo a cambiare governo in conseguenza della diffusione della crisi, dopo Grecia, Portogallo, Irlanda e Italia.

Il Partito Popolare, che si è costituito per la fusione di altri partiti di destra negli anni 80, dopo il ritorno della Spagna alla democrazia alla fine della dittatura franchista, ha ottenuto il risultato maggiore di ogni formazione politica in 30 anni, con 186 seggi sui 350 della Camera, quando i voti scrutinati erano il 99,95%.

I socialisti sono passati invece da 169 seggi a 111, peggior risultato in 30 anni. Cinquantaquattro seggi sono invece andati ai partiti minori, che hanno raddoppiato la loro presenza.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia