Zona euro, segnali divergenti da Berlino e Londra su crisi

venerdì 18 novembre 2011 14:52
 

BERLINO, 18 novembre (Reuters) - Dai leader di Germania e Gran Bretagna arrivano oggi segnali divergenti su come risolvere la crisi del debito della zona euro e l'ammissione che Berlino e Londra non riescono a fare alcun progresso anche sul tema di tassazione europea da applicare alle transazioni finanziarie.

Incontrando la stampa a Berlino al termine di un bilaterale con Angela Merkel, il premier britannico David Cameron dichiara che l'unione avrebbe bisogno di un credibile 'scudo' contro gli attacchi speculativi e dovrebbe utilizzare tutte le proprie istituzioni nella lotta alla crisi.

Secondo il cancelliere tedesco, invece, sarebbe preferibile un approccio "graduale".

"La richiesta britannica di utilizzare una grande 'capacità di fuoco' per riconquistare credibilità nei confronti della zona euro è giusta. Dobbiamo però fare attenzione a non utilizzare armi che non possediamo, perché i mercati capirebbero molto in fretta che questo non funziona".

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia