PUNTO 1-Italia, governo credibile per riforme, serve Europa -Fitch

giovedì 17 novembre 2011 16:10
 

(aggiunge altri commenti agenzia di rating)

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Il governo di tecnici formato da Mario Monti si dimostrerà credibile nel perseguire riforme fiscali e strutturali.

A scriverlo è l'agenzia di rating Fitch in una nota.

Il nuovo governo ha l'occasione di sorprendere positivamente e, se sostenuto da un'azione politica europea incluso l'intervento della Bce, potrebbe interrompere la dinamica negativa del mercato e spostare i rendimenti dei titoli di Stato verso livelli più sostenibili.

Durata e maturity del debito italiano - rispettivamente 5 e 7 anni - consentono di sopportare un elevato costo marginale del debito per un periodo prolungato prima che il suo peso diventi insostenibile. Ma, all'opposto, se la crisi di fiducia che ha colpito Europa e Italia si prolungasse metterebbe il debito italiano in una situazione insostenibile.

Aiutano l'Italia un profilo di scadenze modeste di titoli di Stato sino a gennaio 2012 e un conto disponibilità del Tesoro su cui sono depositati 36 miliardi di euro. Ma la situazione dei titoli di Stato diventerà più impegnativa a partire da febbraio.

Il compito più difficile è quello di convincere gli investitori che le riforme saranno realmente attuate. In questa direzione il governo dovrebbe focalizzarsi su nuove misure correttive per far calare il debito dal 2012 e rendere più credibile il pareggio nel 2013.

L'Italia, scrive Fitch, è già in recessione, e il rallentamento dell'economia della zona euro rende più difficili gli obiettivi del governo.

E di fronte a un acuirsi della crisi della zona euro l'Italia sarebbe molto vulnerabile a causa dell'alto debito e del debole andamento della crescita.   Continua...