PUNTO 3-Monti, governo di impegno nazionale per seria emergenza

giovedì 17 novembre 2011 19:41
 

* Sarà valutata necessità ulteriori interventi correttivi

* Esenzione Ici prima casa è anomalia

* Aree privilegi ingiustificati in sistema pensioni

* Non verranno modificati rapporti lavoro in essere

* Monti nega legami suo governo con poteri forti (Aggiorna con replica Monti, nota con Merkel e Sarkozy)

di Giuseppe Fonte e Francesca Piscioneri

ROMA, 17 novembre (Reuters) - Il neo presidente del Consiglio Mario Monti ha chiesto la fiducia delle Camere per combattere una "seria emergenza" economica che rischia di escludere il Paese dal circolo più stretto dell'Europa e metterla alla mercè di Paesi europei "non interessati a un'Italia forte".

Per questo già stasera l'ex commisssario Ue ha avuto una conferenza telefonica con il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel nella quale i tre leader hanno concordato sulla necessità di accelerare la messa a punto delle misure concordate in sede di G20 sulla stabilità finanziaria e la crescita nella zona euro.

Nelle intenzioni di Monti, gli interventi prioritari del suo esecutivo riguarderanno la reintroduzione dell'Ici sulla prima casa, l'abolizione dei privilegi e delle disparità previdenziali, lo spostamento della tassazione da lavoro e imprese a consumi e proprietà, la riforma degli ammortizzatori sociali, una revisione della disciplina degli ordini professionali.   Continua...