Italia, nuovo governo passo in avanti ma non basta - Mersch (Bce)

mercoledì 16 novembre 2011 09:12
 

FRANCOFORTE, 16 novembre (Reuters) - Per l'Italia la formazione di un nuovo esecutivo è un importante passo in avanti ma Roma necessita di qualche ulteriore misura e soprattutto di mettere a punto quelle su cui si è impegnato sul fronte europeo.

Lo dice Yves Mersch, banchiere centrale di Lussemburgo e consigliere Bce, in un'intervista a 'Cnbc'.

Rispondendo a una domanda sugli ultimi sviluppi politici in Italia e in Grecia, Mersch ha detto: "Ci fanno fare un passo avanti. Ma c'è voluto così tanto tempo che i mercati vogliono anche risultati concreti sul fronte dell'attuazione. E questo è il motivo per cui penso che ci vorranno... più implementazioni per superare le tensioni attuali".

Il banchiere parla inoltre di una crisi di fiducia in cui l'elemento cruciale è la messa a punto delle misure concordate più che l'invenzione di nuovi provvedimenti.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia