Tesoro, Grilli vicino a dimissioni, decisione a brevissimo -fonti

lunedì 14 novembre 2011 18:07
 

MILANO, 14 novembre (Reuters) - La decisione è attesa a brevissimo, forse già domani. Il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli, potrebbe annunciare la propria intenzione di dimettersi, terminando il proprio mandato prima del tempo.

Lo riferiscono alcune fonti a conoscenza della vicenda.

"E' una decisione che verrà presa a breve", dice una di queste fonti.

"Le trattative con Jp Morgan sono giunte a uno stadio molto avanzato. Adesso c'è uno stop legato allo sviluppo politico. Ma la decisione definitiva è questione di 24 più che di 48 ore. Bisogna vedere se con (il premier in pectore Mario) Monti ci saranno novità dell'ultimissimo momento che gli faranno cambiare idea" commenta un'altra fonte.

"Il professore sta valutando la possibilità di passare al settore privato. Si parla di un suo approdo a Jp Morgan nel 2012", riferisce un terza fonte.

Nessun commento dal ministero del Tesoro, nè da Jp Morgan.

Secondo le fonti, l'esito della successione a Mario Draghi al vertice di Bankitalia, con la nomina di Ignazio Visco e non dello stesso Grilli, appoggiato dal ministro dell'Economia uscente Giulio Tremonti, ha creato le premesse per un'uscita di scena del professore, a capo del Tesoro dal 2005.

Se la scelta delle dimissioni sarà confermata Grilli dovrà lasciare anche la presidenza del Comitato economico e finanziario europeo, carica che lo ha visto impegnato in prima linea alla creazione e poi al potenziamento del fondo salva-stati Efsf e nella sigla del secondo pacchetto di aiuti per la Grecia.

  Continua...