Btp in calo dopo apertura positiva, pesano commenti Germania

lunedì 14 novembre 2011 13:31
 

 MILANO, 14 novembre (Reuters) - Mattinata negativa per
i Btp, che, all'indomani del conferimento dell'incarico di
formare un nuovo governo a Mario Monti, superano senza scosse
particolari l'asta del titolo a 5 anni, ma risentono poi di una
serie di commenti da parte di politici e funzionari tedeschi che
hanno confermato la loro intransigenza verso una politica
pro-attiva della Bce.	
 A metà sedutà il rendimento del decennale italiano sale al
6,73% e lo spread con l'analoga scadenza tedesca quota in area
493 punti base, dai 468 della chiusura di venerdì
. 	
 In mattinata lo spread aveva toccato un minimo di 455 punti
base mentre il tasso del decennale era sceso fino al 6,4% dal
6,57% della chiusura di fine settimana scorsa..	
 "Il quadro generale resta incerto, e se dal fronte politico
italiano sono arrivate notizie positive, alcuni commenti da
Berlino ha frenato gli entusiasmi" spiega un dealer da Milano.	
 Jens Weidmann, congliere della Bce e banchiere centrale
tedesco ha ribadito la contrarietà della Germania all'utilizzo
della politica monetaria della Bce per rispondere ai problemi di
solvenza dei Paesi de delle banche.	
Ieri ii presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha
conferito a Mario Monti l'incarico di formare un governo. 	
 L'ex Commissario Ue si è riservato di accettare, dando il
via alle consultazioni con le forze politiche per stilare la
lista dei ministri e mettere a punto un programma di riforme in
grado di combinare risanamento e crescita.	
 "le dichiarazioni arrivati da Berlino hanno ricordato a
tutti come manchi una visione comune di come uscire da questa
situazione" osserve un secondo dealer.	
	
 ASTA BTP 5 ANNI, BUONA DOMANDA MA TASSO A NUOVO MASSIMO	
 A catalizzare le attenzioni della prima parte della seduta
la riapertura del benchmark italiano a 5 anni. 	
 Il Tesoro ha collocato tutti i 3 miliardi offerti a un tasso
del 6,29%, inferiore rispetto a quello visto sul mercato in fase
di pre-asta, ma decisamente in rialzo rispetto al collocamento
di settembre. 	
  "E' positivo il fatto che abbiano collocato tutto
l'ammontare e che il rendimento sia risultato inferiore rispetto
a quello che si è visto sul mercato in mattinata. Di sicuro
l'evoluzione dello scenario politico di queste ore ha supportato
l'asta, che si è tenuta in un momento particolarmente critico"
sottoliena lo strategist Ing Alessandro Giansanti. 	
"Ma non si può non ricordare il fatto che rispetto a un mese
fa il rendimento è salito di 100 punti base rispetto a
settembre. Nel prossimo collocamento ci deve essere
assolutamente un'inversione di tendenza per riportare il tasso a
un livello sostenibile" conclude. 	
 A metà seduta il titolo in asta rende il 6,64% dal 6,54%
della chiusura di venerdì, ma in fase di pre-asta era sceso fino
al 6,4%.	
 	
 ========================= 13,00=============================== 	
 FUTURES BUND DICEMBRE    138,18   (+0,92)         	
 FUTURES BTP DICEMBRE      93,00   (-0,66)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  97,50   (-0,09)  5,881% 	
 BTP 10 ANNI (SET 21) 87,35   (-0,77)  6,621% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 74,48   (-0,95)  7,22% 	
========================  SPREAD (PB)========================== 	
                                            ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI  -27,5           -18,6	
BTP/BUND 2 ANNI           554             558	
BTP/BUND 10 ANNI        483             468	
livelli minimo/massimo              455,1-486,5   467,6-515,0	
BTP/BUND 30 ANNI        471            455 	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    74,0           60,3	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   59,9           57,1 	
 	
	
=============================================================== 	
 	
 (Elvira Pollina)  	
  	
  	
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in 	
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia