Pensioni, Tesoro stima ritiro per vecchiaia a 70 anni in 2050

giovedì 10 novembre 2011 15:41
 

ROMA, 10 novembre (Reuters) - Nel 2050 uomini e donne potranno accedere alla pensione di vecchiaia intorno a 70 anni, secondo le stime del ministero dell'Economia.

La relazione tecnica a uno degli emendamenti presentati dal governo alla legge di Stabilità fornisce una previsione di come il quadro legislativo attuale farà salire nel tempo l'età di ritiro dal lavoro.

"Una volta raggiunta l'età minima di accesso al pensionamento a 67 anni entro il 2026 per tutte le categorie di lavoratori, la stessa cresce ulteriormente per effetto dell'adeguamento agli incrementi della speranza di vita per raggiungere valori prossimi ai 70 anni attorno al 2050", stima il Tesoro.

Per l'accesso alla pensione di anzianità l'età raggiunge i 67 anni attorno al 2050.

Nel caso invece del pensionamento anticipato indipendentemente dall'età anagrafica con un'anzianità contributiva minima a 40 anni, il Tesoro si limita a ricordare che l'accesso effettivo a partire dal 2014 sarà ritardato di 15 mesi per i lavoratori dipendenti e di 21 mesi per i lavoratori autonomi (grazie alle norme dell'ultima manovra), senza nessun progressivo adeguamento all'aumentare dell'aspettativa di vita.

(Giuseppe Fonte)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia