Btp, rendimento torna a salire,spread allarga dopo parole Draghi

giovedì 3 novembre 2011 15:22
 

MILANO, 3 novembre (Reuters) - E' durata poco l'euforia del mercato obbligazionario italiano seguita all'annuncio del taglio dei tassi da parte della Bce e le parole di Mario Draghi, durante la sua prima conferenza stampa da presidente della Banca centrale, hanno riportato le quotazioni ai livelli di prima l'annuncio dei tassi.

Draghi ha spiegato che la decisione di tagliare i tassi, presa all'unanimità dal board, è legata al fatto che i rischi al ribasso dell'economia si sono aggravati.

"Le prospettive economiche continuano ad essere soggette a un incertezza particolarmente elevata e rischi al ribasso più intensi" ha osservato Draghi.

In un simile contesto, ha aggiunto il presidente della Bce, tassi a breve più bassi sosterranno l'economia.

Lo spread tra decennali Btp/bund torna ad allargarsi dopo commenti di Draghi, fino a rivedere i 440 pb dopo il minimo toccato 424 pb subito dopo l'annuncio del taglio dei tassi Stamane aveva toccato un nuovo massimo dall'introduzione dell'euro stamane a 462 pb dalla chiusura ieri 438 pb. Il rendimento del Btp a 10 anni è tornato a salire fino a 6,26% dal minimo di 6,16% toccato dopo il taglio dei tassi. Stamane aveva toccato il 6,40%, nuovo massimo dall'introduzione dell'euro, dopo una chiusura ieri a 6,20%, secondo dati Tradeweb .