PUNTO 2-Consiglio ministri nel caos su decreto, sceglie emendamento

mercoledì 2 novembre 2011 23:12
 

* Pdl per decreto, Napolitano è contrario, cdm sceglie emendamento

* Tremonti dà aut-aut, silente a ufficio presidenza Pdl

* Berlusconi: "Vado avanti" (Aggiunge dettagli su cdm, unifica pezzi)

ROMA, 2 novembre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri di questa sera ha deciso di non varare alcun decreto ma di varare le misure necessarie a rilanciare la crescita e ripristinare la fiducia dei mercati sul debito pubblico italiano con un maxiemendamento da presentare al Senato alla legge di Stabilità.

Lo ha detto ai cronisti il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani al termine della riunione durata circa due ore.

Cresce il caos su contenuti e contenitori delle misure. Palazzo Chigi ha dirmato un comunicato, al termine della riunione di governo, per dire che "eventuali testi in circolazione non corrispondono a quanto esaminato e approvato dal cdm".

Più tardi è giunta anche la nota sui lavori, piuttosto scarna: "Il consiglio dei Ministri, appositamente convocato in via straordinaria, ha esaminato un complesso di misure urgenti a sostegno della economia italiana nello scenario di una sfavorevole congiuntura che sta investendo l'Europa. A seguito degli indirizzi da parte della Banca Centrale europea e delle intese raggiunte nell'ultimo Vertice dell'Unione, il Consiglio ha in particolare approvato un maxi emendamento al disegno di legge di stabilità, che recepisce sul piano normativo gli impegni assunti dal presidente Berlusconi nella sua lettera all'Unione europea del 26 ottobre scorso".

LE MISURE APPROVATE, CDM "CONTRO UN MURO"   Continua...