Crisi, al via Consiglio ministri ma caos su decreto, Colle contrario

mercoledì 2 novembre 2011 20:49
 

ROMA, 2 novembre (Reuters) - E' in corso il Consiglio dei ministri che dovrebbe varare le misure necessarie a rilanciare la crescita e ripristinare la fiducia dei mercati sul debito pubblico italiano, mentre cresce il caos su contenuti e contenitori delle misure.

Se fino a pochi minuti fa l'orientamento prevalente del Pdl sembrava essere quello di un decreto legge nel quale inserire un pacchetto di provvedimenti con i quali il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, potrà presentarsi domani al G20 di Cannes, ora tutto sembra rimesso in discussione.

Al termine dell'Ufficio di presidenza del partito riunitosi a Palazzo Grazioli, il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha infatti dichiarato che "l'orientamento è per un decreto legge. Ma c'è l'ostilità del Quirinale. Se riusciremo a convincerlo faremo il decreto, altrimenti faremo un emendamento alla legge di Stabilità".

A confermare le parole del sindaco di Roma è anche il ministro per l'Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, che ha risposto "sì" a chi chiedeva se torni prevalentemente in gioco la strada della legge di Stabilità.

E' possibile che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sia contrario al varo di un decreto legge ritenendo che le misure prospettate non abbiano i necessari re quisiti di necessità e urgenza.

(Giuseppe Fonte, Francesca Piscioneri, Alberto Sisto)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia