PUNTO 3-Grecia rischia tracollo dopo annuncio referendum su salvataggio

martedì 1 novembre 2011 17:40
 

(Riscrive, aggiunge dettagli, andamento mercati)

di Dina Kyriakidou e Lefteris Papadimas

BRUXELLES, 1 novembre (Reuters) - Il governo greco rischia oggi un possibile collasso, con alcuni parlamentari del partito al governo che hanno chiesto le dimissioni del primo ministro George Papandreou per aver messo in pericolo l'appartenenza alla zona euro, indicendo un referendum sulle misure di salvataggio a cui aveva dato l'ok solo la settimana scorsa.

Colti impreparati dalla sua scommessa ad alto rischio, i leader di Francia e Germania interpelleranno domani Papandreou a Cannes per spingere una rapida implementazione del nuovo piano di salvataggio greco in vista del summit del G20.

Sei membri del partito Pasok al governo, infuriati dalla decisione del premier di indire un referendum sul pacchetto di misure da 130 miliardi di euro, hanno detto che Papandreou dovrebbe far posto a un'amministrazione "legittimata politicamente".

Una importante parlamentare del partito socialista di Papandreou ha lasciato il gruppo, mentre altri due hanno detto che la Grecia ha bisogno di un governo di unità nazionale seguito da elezioni anticipate, chieste anche dall'opposizione.

Intanto i mercati finanziari hanno affrontato una nuova giornata di passione a causa delle nuova incertezza politica e il rischio che i greci respingano il piano.

L'euro è sceso di quasi tre centesimi contro il dollaro e lo spread tra Btp italiani e bond tedeschi ha toccato i massimi dell'era euro, aumentando i costi dei prestiti di Roma a livelli già insostenibili per Irlanda e Portogallo.

Le azioni delle banche europee sono affondate e la borsa di Atene ha registrato il suo peggior calo dall'ottobre 2008, con l'indice generale sceso del 7,7%. Piazza Affari ha chiuso in ribasso del 6,8%, il peggior calo percentuale dal 10 ottobre 2008.   Continua...