PUNTO 2-Italia, banche chiedono revisione requisiti Eba

lunedì 31 ottobre 2011 17:41
 

* Favorite banche Francia e Germania - Guzzetti

* Istituti italiani rischiano take over stranieri

* Si accentua rischio credit crunch - Bazoli

* Appello a governo per fermare aumento spread (Accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni)

di Giselda Vagnoni e Alberto Sisto

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - I nuovi requisiti patrimoniali dell'Eba, che indicano secondo stime preliminari una necessità di ricapitalizzazione delle banche italiane pari a 14,7 miliardi, destano preoccupazione e se non modificati potranno contribuire a creare una contrazione nel credito e facilitare l' intervento di gruppi stranieri.

Lo ha detto il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli, che è anche membro dell'esecutivo dell'Abi in occasione della presentazione del volume "Le Banche e l'Italia" a palazzo Altieri.

"Desta preoccupazione l'intesa raggiunta dai governi dell'Ue [al Consiglio europeo informale di mercoledì scorso] per rendere ancora più pesanti le esigenze di patrimonializzazione portando l'indice di Core Tier 1 al 9%, questo dopo aver valutato a prezzi di mercato tutti i titoli del debito sovrano nonché alcuni attivi collegati a questo", ha detto Bazoli.

Secondo il banchiere, "tali prescrizioni, se non fossero riviste, contribuirebbero ad accentuare i rischi di restrizione del credito senza peraltro incidere sul vero nodo della crisi attuale che è crisi di fiducia per la sostenibilità dei conti pubblici e dell'indebitamento sovrano".   Continua...