Lettera a Ue, ok impegni con date, possibile più su pensioni-Galli

giovedì 27 ottobre 2011 16:23
 

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - La Confindustria apprezza la lettera d'intenti che l'Italia ha inviato alla Ue soprattutto per il ribadito impegno al pareggio di bilancio e per aver messo delle date per attuare le misure indicate.

"Senza le date avremmo detto 'questo lo abbiamo già letto', avrebbe avuto poco senso", ha commentato il direttore generale di Confindustria Giampaolo Galli nel corso di un incontro alla stampa estera.

Certamente Galli non nasconde una certa delusione per alcune proposte fatte da Confindustria che sono rimaste lettera morta.

"Avevamo una diversa proposta che è stata solo molto poco presa in considerazione. Sulle liberalizzazioni avremmo voluto più forza, avremmo voluto accelerare l'aumento dell'età pensionabile ed eravamo disposti, diciamo in cambio, a sostenere l'introduzione di una imposta patrimoniale con cui finanziare azioni per rendere più competitive le imprese", ha detto il direttore generale dell'associazione degli industriali.

"E' stato importante leggere nella lettera che c'è la riaffermazione molto molto forte dell'impegno al pareggio di bilancio e che ci sono delle date", dice Galli, ma aggiunge anche di non poter dire "che fine ha fatto" il decreto sullo sviluppo.

La lettera, secondo il rappresentante degli industriali, è un pezzo di un programma per traghettare verso una Italia migliore, "ma ci aspettavamo anche qualcosa che potesse essere utile in tempi più brevi".

Un giornalista chiede se, viste le date che concentrano i provvedimenti più importanti dopo la primavera del 2012, non ci sia il rischio che l'attuazione di questi impegni vada a sovrapporsi a una campagna elettorale in caso di voto anticipato in primavera.

Galli non commenta l'ipotesi di una fine anticipata della legislatura ma dice che "questo impegno deve essere non l'impegno del governo ma dell'Italia", augurandosi che coinvolga tutta la politica italiana.

(Stefano Bernabei)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: stefano.bernabei.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia