Lettera a Ue, contributo positivo, ma va attuata - Passera

giovedì 27 ottobre 2011 14:36
 

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - La lettera del governo italiano portata a Bruxelles dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, con l'elenco delle cose che il governo vuole fare per affrontare la crisi economica e finanziaria, è un contributo positivo ma serve una realizzazione concreta di quegli obiettivi per recuperare credibilità.

Lo ha detto l'Ad di Banca Intesa Sanpaolo , Corrado Passera, a margine di un incontro alla Pontificia Universita' Lateranense.

"La considero un contributo positivo: un buon punto di partenza per ricostruire la credibilita' del Paese", ha detto il manager sollecitato dai giornalisti ad una valutazione sugli ultimi atti del governo.

Passera ha poi aggiunto che il documento scritto da Berlusconi con il contributo di alcuni ministri "contiene un indice di cose molto importanti e uno scadenzario impegnativo. C'è la necessità di recuperare credibilità a livello europeo e questo passa per la realizzazione concreta di quanto promesso. In gran parte i temi contenuti nella lettera sono condivisibili e c'è una visione complessiva apprezzabile".

(Alberto Sisto)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia