26 ottobre 2011 / 14:43 / 6 anni fa

Parlamentari Ue aprono dibattito bilancio 2012 con governi

* Parlamento europeo sostiene un aumento di 5,2% della spesa del prossimo anno

* Governi vogliono limitare l'aumento a 2%, in linea con l'inflazione

BRUXELLES, 26 ottobre (Reuters) - Il Parlamento europeo ha dato via libera a un aumento di 5,2% della spesa dell'Unione europea il prossimo anno, disponendosi al confronto con i governi membri, che vogliono limitare eventuali aumenti del bilancio 2012 a circa 2%.

Il voto mette in evidenza le differenze tra i governi, che si sforzano di contenere la spesa a fronte dei tagli ai bilanci nazionali, e i parlamentari, secondo cui un innalzamento della spesa è necessario per raggiungere l'obettivo comunitario "Ue 2020", strategia per crescita e occupazione. [ID: nLDE76A0KR]

"La strategia Ue 2020 mira a creare le condizioni per la ripresa economica", ha detto il deputato italiano del gruppo socialista Francesca Balzani, che ha contribuito alla stesura del progetto di legge del parlamento sul bilancio 2010.

"Il Parlamento europeo ritiene che gli investimenti debbano essere fatti subito, ulteriormente ritardati", ha detto in una nota dopo il voto di Strasburgo.

Il parlamento propone un bilancio di circa 133 miliardi di euro (185 miliardi dollari) nel 2012, a fronte dei 129 miliardi richiesti dai governi Ue.

Prima del voto, un portavoce della presidenza polacca ha detto ai parlamentari che i governi hanno fatto uno sforzo particolare per limitare l'aumento proposto, esprimendo "grave preoccupazione" sulla posizione di Strasburgo.

"Va in ogni modo evitato di mandare un segnale negativo inviato ai cittadini europei, nel momento in cui gli stati membri stanno cercando di consolidare i propri conti pubblici" ha detto Jacek Dominik, sotto-segretario di Stato al ministero delle Finanze polacco.

Se governi e parlamentari non sono in grado di superare le divergenze di opinione entro la fine dell'anno, il tetto della spesa 2012 rimarrà congelato sui livelli del 2011 - a quota 126,5 miliardi - ed erogato in 12 rate di pari importo.

Tale situazione metterebbe gravemente a repentaglio i piani di spesa in diversi settori, come politica agricola e sviluppo regionale.

In una simile situazione di stallo, l'anno scorso, il parlamento ha inizialmente chiesto un aumento 6,2% della spesa 2011, salvo poi fare da ultimo marcia indietro a dicembre pressato dai governi e finendo per accettare un aumento di 2,9%.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below