SINTESI-Bce prosegue misure straordinarie ma Italia si salvi da sola-Draghi

mercoledì 26 ottobre 2011 16:34
 

* Draghi fa capire che proseguirà acquisto titoli stati in difficoltà

* Risposta risolutiva deve venire da governi

* Bene lettera Italia a Ue, ora deve essere realizzata

di Giselda Vagnoni

ROMA, 26 ottobre (Reuters) - A poche ore dal delicato vertice Ue di stasera il presidente entrante della Banca centrale europea lancia un doppio messaggio alla zona euro e al suo paese di origine in particolare: la Bce continuerà a sostenere i titoli di stato dei paesi in difficoltà ma l'Italia deve e può farcela da sola mettendo in campo le riforme finora inattuate.

"L'Eurosistema è determinato, con le sue misure non convenzionali, a evitare che i malfunzionamenti sui mercati monetari e finanziari ostacolino la trasmissione monetaria", ha detto Mario Draghi nel suo ultimo discorso ufficiale nella veste di governatore della Banca d'Italia alla Giornata mondiale del risparmio organizzata dall'Acri.

Draghi, che prenderà il posto di Jean-Claude Trichet dal primo novembre, ha sottolineato ancora una volta, però, che questi interventi straordinari sono per loro stessa natura "temporanei" e che spetta ai singoli governi affrontare le cause di fondo che hanno innescato la crisi del debito dell'area iniziata in Grecia due anni fa.

"A livello europeo, è urgente darsi una governance in cui disciplina di bilancio e solidarietà trovino reciproco supporto; è necessaria inoltre l'immediata attuazione degli strumenti di sostegno finanziario per la gestione della crisi", ha proseguito Draghi.

"Ma senza una risposta risolutiva e duratura che venga da adeguate politiche nazionali, che promuovendo la crescita rimuovano gli squilibri delle finanze pubbliche, il primo obiettivo non è raggiungibile, il secondo è un palliativo".   Continua...