Italia, risposte rapide su crescita, spostare tasse su proprietà-Draghi

mercoledì 26 ottobre 2011 12:37
 

ROMA, 26 ottobre (Reuters) - Mario Draghi, governatore uscente della Banca d'Italia e futuro presidente della Bce, ha detto che la vulnerabilità dell'Italia in piena crisi del debito è legata all'alto debito, alla scarsa crescita, alle incertezze e ai ritardi politica.

Parlando alla giornata mondiale del Risparmio Draghi ha anche detto che senza risposte nazionali risolutive e durature non sarà possibile risolvere le cause di fondo della crisi dell'euro.

L'Italia deve dare piena e rapida attuazione alla manovra di settembre, in particolare al programma di revisione della spesa pubblica. Nel breve periodo il sostegno alla crescita può venire spostando le tasse dal lavoro alla proprietà e ai consumi.

"Un rilancio duraturo passa da riforme da tempo invocate ma tuttora inattuate", ha aggiunto.

Draghi confida in una risposta pronta delle banche italiane alla richiesta aumenti capitale della banca centrale anche in futuro e ritiene che le maggiori banche italiane saranno in grado di far fronte alla richiesta europea di adeguarsi di extra buffer entro metà 2012.

Fiducia anche nelle Fondazioni che sapranno assumersi le loro responsabilità. Se necessario saranno individuate misure di backstop, ha aggiunto.

La liquidità delle banche risente di tensioni. Bankitalia monitora settimanalmente, e chiede di continuare a mantenere posizioni equilibrate.

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224210, Reuters Messaging: giselda.vagnoni.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia