Credit Agricole, netto trim3 -65% a 258 mln su svalutazioni Grecia

giovedì 10 novembre 2011 08:44
 

PARIGI, 10 novembre (Reuters) - Le perdite sul debito sovrano della Grecia pesano sugli utili di Credit Agricole che nel terzo trimestre registrano un calo del 65% a 258 milioni di euro, ben sotto le attese degli analisti che convergevano in un sondaggio Reuters su 605 milioni.

La banca francese, terzo istituto di credito del paese, ha iscritto a bilancio una perdita di 637 milioni legate alla svalutazione di circa il 60% del valore nominale dei titoli greci. A questo si aggiungono le perdite della controllata greca Emporiki che non dovrebbe tornare in utile prima del 2013-14.

I ricavi sono cresciuti del 6,2% a 5,3 miliardi di euro, sopra le attese degli analisti che indicavano 4,96 miliardi.

Anche Agricole, come le altre banche europee, sta tagliando la propria esposizione sul debito dei paesi periferici della zona euro. Il gruppo dall'inizio dell'anno a ottobre ha ridotto la propria esposizione del 27%.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia