Crisi, italiani mai così preoccupati, metà è pessimista-Acri/Ipsos

martedì 25 ottobre 2011 12:15
 

* Preoccupati su futuro dopo pensione salgono a 80%

* Tenore di vita peggiorato per 1 italiano su 5

* Per 3 italiani su 4 mancano almeno 3 anni per uscita tunnel

* Preferenza per mattone cala a 54% da 43%

di Stefano Bernabei

ROMA, 25 ottobre (Reuters) - Gli italiani sentono di avere di fronte una crisi assai grave, di cui non si intravede una rapida soluzione, e mai negli ultimi dieci anni sono stati così preoccupati e pessimisti.

La consueta ricerca dell'Ipsos per l'Acri - l'associazione delle Fondazioni bancarie - in occasione della 87° Giornata Mondiale del Risparmio, fotografa l'anno 2011 "come un anno di scoramento e di preoccupazione per la maggior parte degli italiani: il peggiore dal 2001. Anche i più positivi dubitano di una ripresa, non solo a breve termine, ma neanche prossima e l'attendismo prudente e preoccupato del 2010 ha lasciato il posto a un crudo realismo".

Per un italiano su cinque il tenore di vita è peggiorato e il 23% delle famiglie ha sentito direttamente il morso della crisi, ormai giudicata "assai grave" dall'86% degli intervistati (era l'83% nel 2010 e il 78% nel 2009).

L'uscita dal tunnel è lontana "almeno altri 3 anni" per 3 italiani su quattro, cioè il ritorno alla normalità è ormai spostato al 2015.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Crisi, italiani mai così preoccupati, metà è pessimista-Acri/Ipsos | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,596.66
    -1.18%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,385.96
    -1.15%
  • Euronext 100
    940.30
    -0.81%