25 ottobre 2011 / 10:19 / 6 anni fa

Crisi, italiani mai così preoccupati, metà è pessimista-Acri/Ipsos

* Preoccupati su futuro dopo pensione salgono a 80%

* Tenore di vita peggiorato per 1 italiano su 5

* Per 3 italiani su 4 mancano almeno 3 anni per uscita tunnel

* Preferenza per mattone cala a 54% da 43%

di Stefano Bernabei

ROMA, 25 ottobre (Reuters) - Gli italiani sentono di avere di fronte una crisi assai grave, di cui non si intravede una rapida soluzione, e mai negli ultimi dieci anni sono stati così preoccupati e pessimisti.

La consueta ricerca dell'Ipsos per l'Acri - l'associazione delle Fondazioni bancarie - in occasione della 87° Giornata Mondiale del Risparmio, fotografa l'anno 2011 "come un anno di scoramento e di preoccupazione per la maggior parte degli italiani: il peggiore dal 2001. Anche i più positivi dubitano di una ripresa, non solo a breve termine, ma neanche prossima e l'attendismo prudente e preoccupato del 2010 ha lasciato il posto a un crudo realismo".

Per un italiano su cinque il tenore di vita è peggiorato e il 23% delle famiglie ha sentito direttamente il morso della crisi, ormai giudicata "assai grave" dall'86% degli intervistati (era l'83% nel 2010 e il 78% nel 2009).

L'uscita dal tunnel è lontana "almeno altri 3 anni" per 3 italiani su quattro, cioè il ritorno alla normalità è ormai spostato al 2015.

Questa percezione di una crisi dura e molto lunga spinge la ricerca di forme di risparmio nonostante sia sempre più difficile mettere da parte i soldi.

Il 44% dice di voler mettere al sicuro per il futuro una parte del reddito ma solo poco più di un terzo dichiara di essere riuscito a farlo: qui si allarga il divario tra Nord (43%) e Sud, dove solo il 25% delle famiglie riesce a risparmiare.

La preoccupazione per il futuro, quindi per il momento della pensione, è cresciuta drammaticamente negli ultimi dieci anni.

In questa ultima indagine coloro che si dicono preoccupati per il futuro dopo la pensione è dell'80%. Erano il 38% nel 2001.

"Se nel 2001 i molto preoccupati per il futuro dopo la pensione erano il 14% oggi, a distanza di 10 anni e dopo l'introduzione della riforma sul TFR, sono il 41% (con picchi del 45% nel Nord Ovest e del 47% fra i 30 e i 44 anni); in questi anni crescono anche coloro che sono abbastanza preoccupati: dal 24% al 39%. Complessivamente, dunque, i preoccupati per il futuro dopo la pensione crescono dal 38% all'80%", si legge nella sintesi dell'indagine.

Grandi risparmiatori, gli italiani non sono però un popolo di investitori. La novità di quest'anno è il crollo della preferenza attribuita all'investimento immobiliare, che è da sempre e resta comunque ancora in cima alle scelte di chi vuole investire.

Il mattone scende nel gradimento al 43% dal 54% di un anno prima, tornando sui livelli del 2001.

"Tra coloro che hanno effettivamente risparmiato nel 2011, e che quindi esprimono un giudizio molto prossimo alle effettive intenzioni, il crollo delle preferenze per gli immobiliari è ancora più evidente: dal 58% al 41%, a tutto vantaggio di investimenti considerati più sicuri (titoli di stato e obbligazioni)".

In controtendenza rispetto al 2010, nel 2011 aumenta, dal 21% al 24%, la percentuale di italiani che preferisce investire una piccola parte dei propri risparmi a discapito di chi li tiene a casa o sul conto corrente (scendono dal 68% al 64%).

La causa, si legge nella ricerca, potrebbe essere individuata nell'aumento dei rendimenti dei titoli di stato e delle obbligazioni, ma anche nella ripresa dell'inflazione.

C'è infine poca fiducia negli strumenti normativi di tutela del risparmio (59%) e oltre la metà del campione (56%) pensa che nei prossimi 5 anni ci saranno meno tutele per il consumatore, ben 10 punti in più rispetto a un anno prima.

(in Redazione a Roma Giselda Vagnoni, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: stefano.bernabei.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below