Crisi, Paese dovrebbe unirsi per riforme strutturali -Berlusconi

lunedì 24 ottobre 2011 18:33
 

ROMA, 24 ottobre (Reuters) - Il Paese dovrebbe unirsi per fare le riforme strutturali che servono per uscire dalla crisi e il governo sta per prendere decisioni di grande importanza.

Lo dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in una nota diramata a pochi minuti dall'inizio del Consiglio dei ministri chiamato a prendere le decisioni per lo sviluppo da portare al Consiglio europeo di mercoledì prossimo.

"L'insieme della classe dirigente italiana, se vuol essere considerata tale, invece che un coro di demagoghi, dovrebbe unirsi nello sforzo dello sviluppo e delle necessarie riforme strutturali sulle quali il governo ha preso e sta per prendere nuove decisioni di grande importanza", scrive Berlusconi.

Secondo il presidente del Consiglio "sarebbe un bene se l'Italia dei partiti e delle fazioni si scrollasse di dosso le vecchie abitudini negative, e per una volta si mettesse a ragionare in sintonia con il paese reale abbandonando il pessimismo e il catastrofismo".

Poi una stoccata ai partner che fanno pressioni sul governo italiano perché faccia di più di quanto fatto finora: "Nessuno nell'Unione può autonominarsi commissario e parlare a nome di governi eletti e di popoli europei. Nessuno è in grado di dare lezioni ai partner".

Per quel che riguarda la crisi internazionale del sistema bancario l'euro dovrebbe avere alle spalle anche un'unità politica: "Quanto alle turbolenze da debito sovrano e da crisi del sistema bancario, in particolare franco-tedesco, abbiamo posizioni ferme, che porteremo al prossimo vertice dell'Unione. L'euro è l'unica moneta che non abbia alle spalle, come il dollaro o la sterlina o lo yen, un prestatore di ultima istanza disposto a difendere strutturalmente la sua credibilità di fronte all'aggressività dei mercati finanziari. Questa situazione va corretta una volta per tutte".

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: paolo.biondi.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia