Fmi in crisi, serve banca mondiale e nuove regole - Vaticano

lunedì 24 ottobre 2011 12:05
 

* Crisi finanziaria e bolle speculative per eccesso monetario

* Fmi non garantisce più su creazione moneta e rischio credito

* Tassare transazioni finanziarie e ricapitalizzare banche

ROMA, 24 ottobre (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale non garantisce più la stabilità finanziaria e monetaria del pianeta. Occorre perciò una sorta di Banca centrale mondiale nel quadro di una più vasta Autorità politica mondiale, rappresentativa di tutti i Paesi, compresi i più deboli e poveri.

Lo sostiene la Chiesa cattolica con un documento del Pontificio consiglio giustizia e pace dall'esplicito titolo: "Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un'autorità pubblica a competenza universale".

Il documento della Santa sede si spinge anche nell'indicare tre soluzioni concrete in campo finanziario quali: l'istituzione di una tassa sulle transazioni finanziarie commisurata alla complessità e al rischio di ogni singola operazione colpendo maggiormente quelle fatte sul mercato secondario; la ricapitalizzazione delle banche; la separazione dell'attività di credito da quella di investment banking.

Secondo il Consiglio pontificio "la bolla speculativa sugli immobili e la recente crisi finanziaria hanno la medesima origine nell'eccessivo ammontare di moneta e di strumenti finanziari a livello globale".

L'AUTORITA' POLITICA MONDIALE   Continua...