20 ottobre 2011 / 10:54 / tra 6 anni

Bankitalia, stallo su governatore, si allontana decisione

ROMA, 20 ottobre (Reuters) - La notte non ha portato consiglio e prosegue lo stallo sul nome del governatore della Banca d‘Italia dopo che ieri sera Silvio Berlusconi ha fatto trapelare l‘intenzione di voler proporre Lorenzo Bini Smaghi.

Il ministro dell‘Economia Giulio Tremonti ha da poco lasciato Montecitorio dove questa mattina ha avuto un breve colloquio con Berlusconi.

Il presidente del Consiglio sta provando a insistere su Bini Smaghi ma, dopo che ieri sera gli è arrivato il secco no da parte della Banca d‘Italia secondo quanto riferito da fonti politiche, anche il “nì” di Tremonti sul membro del board della Bce pare ridiventato un secco no.

Al momento pare bruciata anche la soluzione di Fabrizio Saccomanni, che fino a due giorni fa sembrava ancora la più probabile, poiché si sono fatti più intransigenti i veti di chi, come il ministro del Tesoro, non ha mai gradito la soluzione, veti ora rafforzati dall‘avere la Banca d‘Italia già bloccato una soluzione alternativa.

Secondo fonti politiche in campo ci sarebbe attualmente un terzetto: Bini Smaghi, Vittorio Grilli e Ignazio Visco quale candidato interno, con il primo ancora visto in vantaggio.

L‘imbarazzo che esiste sul tema è confermato dal capogruppo della Lega alla Camera Marco Reguzzoni: “Ritengo che sia una nomina istituzionale e non ho dichiarazioni da fare su questo”.

Alla domanda su come mai Umberto Bossi allora non si astenga mai dall‘intervenire sul tema, Reguzzoni replica: “Bossi è un ministro, ha un ruolo istituzionale”.

Il capogruppo dell‘Italia dei valori Massimo Donandi parla di “guerra per bande” e di “regolamneto di conti” nella maggioranza sulla materia.

Sconsolato Pier Ferdinando Casini, leader dell‘Udc che si è speso nei giorni scorsi per la “soluzione interna” e per Fabrizio Saccomanni. Per il leader Udc il tentativo di nominare Bini Smaghi è “un‘operazione che non sta né in cielo né in terra, un segno dello stato in cui si trova il Paese”, come dice a Reuters.

Secondo fonti politiche pare al momento difficile che Berlusconi possa a questo punto tenere fede all‘impegno annunciato ieri di voler inviare entro oggi la lettera con la proposta del nome al Consiglio superiore della Banca d‘Italia.

Ieri sera è stata tentata anche una mediazione in extremis sul nome del vice direttore generale Anna Maria Tarantola, ma anche questa soluzione è durata solo lo spazio di poche ore e pare al momento sfumata.

(Paolo Biondi)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: paolo.biondi.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below