Ue lavora a soluzione Efsf per garanzie credito zona euro - Barroso

mercoledì 19 ottobre 2011 13:27
 

BRUXELLES, 19 ottobre (Reuters) - Dal vertice europeo di domenica prossima si attendono decisioni importanti, in particolare in termini di sostegno ai paesi della zona euro che non possono contare su uno specifico programma di sostegno - come è il caso di Spagna e Italia - ma il consesso dei capi di Stato e di governo non metterà il punto finale alla crisi greca.

Lo dice il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, precisando che intento principale del consiglio europeo è quello di mettere a disposizione di tutti i paesi della zona euro eventuali garanzie fossero necessarie.

I leader politici Ue e della zona euro si riuniscono domenica con l'obiettivo di arrivare a un'intesa sul nuovo pacchetto di aiuti ad Atene che prevede una maggior partecipazione del settore privato ai costi del salvataggio.

Altri temi in agenda un programma di ricapitalizzazione del sistema bancario e una formula che permetta di massimizzare il potenziale del fondo salva-Stati Efsf.

"Stiamo vivendo un momento decisivo, che chiede risposte chiare e determinate, risposte comuni (...) Anche se non arrivassimo a una decisione su tutti gli elementi politici di cui si tratta, questo non significherebbe però che non si passi a una fase di concreta messa a punto" dice il presidente.

"Con il vertice di domenica ci aspettiamo chiaramente una risposta, una risposta forte che metta a disposizione garanzie a tutti i paesi della zona euro, Spagna compresa" aggiunge.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia