PUNTO 4-Grecia, scontri ad Atene in sciopero contro austerity

mercoledì 19 ottobre 2011 18:14
 

(Aggiorna con dettagli)

ATENE, 19 ottobre (Reuters) - La polizia greca ha sgomberato oggi la piazza di fronte al parlamento dopo gli scontri con alcuni manifestanti durante lo sciopero indetto in concomitanza con il voto parlamentare, atteso per stasera, su nuove misure di austerity.

L'Acropoli è stata oscurata dal fumo della spazzatura data alle fiamme e la sede di una banca è stata fatta evacuare dopo lo scoppio di un incendio provocato da molotov.

Buona parte del Paese è rimasta paralizzata a causa dello sciopero generale di 48 ore -- il più vasto da quando due anni fa scoppiò la crisi -- che ha costretto alla chiusura di uffici, negozi e dipartimenti del governo, e ha visto scendere per le strade di Atene almeno 100.000 persone.

Il premier George Papandreou ha chiesto il sostegno dei greci prima del voto parlamentare per dare il via libera alle ultime misure che prevedono aumenti delle tasse, tagli degli stipendi e licenziamenti nel settore pubblico.

"Chi pensano di prendere in giro? Non ci salveranno. Con quelle misure i poveri diventeranno ancora più poveri e i ricchi ancora più ricchi. Allora dico: 'No, grazie. non voglio il loro salvataggio'", ha detto Akis Papadopoulos, 50 anni, dipendente pubblico.

Durante la giornata, una vasta folla si è radunata davanti al parlamento e dopo aver passato ore ad affrontare un gruppo di giovani manifestanti, la polizia ha sgomberato l'area. Gruppetti di giovani hanno però continuato a scontrarsi con la polizia nelle strade laterali.

Almeno sette persone sono finite in ospedale, e ci sono stati parecchi altri feriti con problemi respiratori, ustioni non gravi e tagli alla testa. Gravi scontri si sono verificati anche in altre strade lontane dal percorso del corteo.

Oltre 7.000 poliziotti sono stati impiegati ad Atene in vista degli scontri e centinaia erano in assetto anti-sommossa vicino al parlamento.   Continua...