Legge Stabilità, somme asta tlc a Difesa, Interno, Gdf, scuola

lunedì 17 ottobre 2011 17:54
 

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - Saranno divise principalmente fra esercito, forze dell'ordine, scuola e ministero dell'Ambiente metà delle maggiori entrate rispetto alle previsioni raccolte con l'asta delle frequenze, pari nel complesso a quasi 1,6 miliardi di euro. L'altra metà andrà a ridurre il debito pubblico.

Lo si legge nella bozza aggiornata della legge di Stabilità, che sta per essere trasmessa in Senato per l'avvio della sessione di bilancio.

Nel dettaglio, 200 milioni di euro andranno al ministero della Difesa "per il potenziamento ed il finanziamento di oneri indifferibili", 220 milioni di euro al ministero dell'Interno "per il potenziamento ed il finanziamento di oneri indifferibili" di polizia, carabinieri e vigili del fuoco. La Guardia di finanza potrà contare su 30 milioni mentre 100 milioni verranno messi a disposizione del ministero dell'Istruzione "per la messa in sicurezza degli edifici scolastici". Altri 100 milioni di euro serviranno al ministero dell'Ambiente "per interventi in materia di difesa del suolo ed altri interventi urgenti", 100 milioni di euro al Ministero dello sviluppo economico per il finanziamento del fondo di garanzia.

Scende e di molto l'incremento delle risorse destinate al fondo per gli interventi urgenti e indifferibili previsto dal decreto legge 5 del 2009. La nuova bozza prevede che la dotazione salga di 1,235 miliardi di euro nel 2012 contro i 4,813 miliardi indicati nel testo esaminato venerdì in Consiglio dei ministri. Somma che servirà a finanziare: il Fondo nazionale per le politiche giovanili; gli investimenti del gruppo Ferrovie e il contratto di programma con Reti ferroviarie italiane; il contributo statale ai policlinici universitari gestiti direttamente da Università non statali e ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma; la professionalizzazione delle forze armate; la partecipazione italiana a banche e fondi internazionali; la ricorrenza del 4 novembre; le provvidenze alle vittime dell'uranio impoverito e "ulteriori esigenze dei ministeri".

(Giuseppe Fonte)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia