Grecia, ruolo privati ripensabile solo in cornice più ampia - Iif

lunedì 17 ottobre 2011 11:08
 

LONDRA, 17 ottobre (Reuters) - Gli obbligazionisti privati che hanno in portafoglio carta greca discuteranno della possibile revisione della quota delle perdite da accollarsi soltanto se il tema si inserirà in una più ampia cornice sulla generale soluzione della crisi del debito sovrano.

Lo dice la lobby bancaria Iif - Institute of International Finance - tra i principali interlocutori nei negoziati sulla ristrutturazione del debito ellenico.

"Se alla comunità ufficiale interessa chiedere al settore privato di riconsiderare il dossier Grecia, questo potrà avvenire a condizione che sia parte di un processo più ampio per far fronte a tutte le questioni legate al debito sovrano in Europa" dice il direttore Iif Charles Dallara.

"La discussione sul programma economico di Atene mirato al riaggiustamento dei conti dovrà inoltre essere aperta e trasparente e correlata al tema della sostenibilità del debito" aggiunge contattato telefonicamente da Reuters.

Sulle banche europee sta aumentando la pressione perché accettino una svalutazione superiore al 21%, concordato a fine luglio.

Dallara si rifiuta però di commentare le ultime indiscrezioni secondo cui si starebbe valutando uno 'haircut' del 50%.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia